Lautaro verso la firma del rinnovo, Pedro alla Lazio, tre colpi per il Milan, Palacio al Brescia

La prima giornata di Serie A si avvicina, il gong della scadenza della sessione estiva di mercato anche, le società sono alle prese con le ultime operazioni, tra acquisti e rinnovi, per far contenti i propri allenatori. Per esempio l’Inter blinda Lautaro e rassicura Inzaghi. La Lazio ha raggiunto l’accordo con Pedro, ex allievo di Sarri che nell’ultima stagione ha giocato con la Roma. Il Torino batte la concorrenza del Cagliari per Pobega e soddisfa Juric. Il Milan torna su Bakayoko, che sarà utile a Pioli.

Inter, Lautaro resta a Milano e tratta il rinnovo

La corte del Tottenham e dell’Atletico Madrid per Lautaro Martinez non hanno superato la resistenza dell’Inter. Dopo la cessione di Lukaku al Chelsea, i nerazzurri non faranno partire in questa stagione l’argentino. L’entourage del centravanti e i dirigenti dell’Inter si sono incontrati oggi: il rinnovo è più vicino –  l’offerta da 6 milioni a stagione per 5 anni può portare alla firma – e Lautaro ha espresso il desiderio di restare a lungo in nerazzurro. L’annuncio potrebbe arrivare al termine della sessione di mercato. Marotta cerca l’erede di Lukaku, Zapata resta il piano A, ma Correa è più accessibile. Altri attaccanti sono stati proposti all’amministratore delegato nerazzurro, per il momento la corsa è tra questi due.

Pedro alla Lazio, poi Kostic e Basic

Il club biancoceleste sta lavorando sul mercato per regalare a Sarri una rosa competitiva: Kostic, come Basic, è stato bloccato. Ma, soprattutto, la Lazio ha preso Pedro dalla Roma. Per la prima volta dal 1985 un calciatore passa direttamente da una all’altra squadra della capitale. L’ultimo fu il portiere Astutillo Malgioglio, che nel 1985 fece lo stesso percorso dello spagnolo. La Roma ha rinunciato all’indennizzo da 1,5 milioni che inizialmente voleva chiedere ma risparmia a bilancio i 7,8 milioni di ingaggio dell’ex Chelsea per le prossime due stagioni. Pedro aveva diverse offerte dall’estero (principalmente da club arabi e turchi) ma i giallorossi avevano comunque deciso di cederlo soltanto in Italia, per non perdere i benefici garantiti dal Decreto Crescita: rischiavano di rimetterci ben 3,5 milioni. Pedro sarà subito tesserato e potrebbe andare in panchina già nella prima di campionato, Empoli-Lazio, sabato sera.

Pedro passa dalla Roma alla Lazio. I due club non si scambiavano giocatori dal 1985 (agf)

Joaquin Correa invece è sempre nei pensieri di Inzaghi e quindi dell’Inter: Marotta tratta Zapata, ma Percassi non cede alle richieste nerazzurre. Lotito, per Correa, parte da 40 milioni per scendere fino a 30 più bonus. Nelle ultime ore si è inserito l’Everton, è disposto ad arrivare a circa 30 milioni di euro per il Tucu. Manca, però, l’accordo con il giocatore, che preferisce l’Inter. Nei giorni scorsi alla Lazio è stato proposto Coutinho, il brasiliano però avrà una chance da Koeman e quindi potrebbe restare al Barcellona. Piuttosto i biancazzurri potrebbero fare un tentativo per Berardi. Empoli interessato a Kamenovic.

Milan, Florenzi più Bakayoko e Adli

Maldini e Massara stanno cercando un’opportunità sul mercato per completare la rosa. Ilicic, al momento, è stato bloccato dall’Atalanta e il Milan sta monitorando e il Milan sta monitorando la situazione di Orsolini. Il laterale del Bologna è sul mercato e, dopo gli interessamenti di squadre come Torino e Fiorentina, il Milan potrebbe rappresentare una grande occasione. Bakayoko del Chelsea, dopo l’ultimo anno a Napoli, è l’obiettivo numero uno per il centrocampo: il mediano spinge per il ritorno in rossonero, trattativa aperta con il Chelsea. Vlasic, trequartista del Cska, costa troppo, per questo motivo il Milan ha stoppato le ricerche di un numero 10 – in rosa c’è Brahim Diaz – e si è concentrato su un esterno d’attacco per fascia destra. Florenzi è un affare in via di definizione con la Roma: domani nuovi contatti per l’accordo definitivo. Sarà l’azzurro il vice Calabria. Continuano anche i colloqui per Adli del Bordeaux: costerà 10 milioni.

Vlahovic, l’Atletico insiste

Giorni importanti per il centravanti della Fiorentina, che ha scelto l’Atletico Madrid (ha un accordo con il club spagnolo). Ai viola però non è ancora arrivata un’offerta ufficiale. Rocco Commisso, che l’estate scorsa ha ceduto l’altro gioiello Chiesa, ora non vorrebbe perdere Vlahovic: “Desidero tenere il giocatore – ha spiegato il presidente – ma se dovesse arrivare un’offerta da 100 milioni o giù di lì ci penserò, inutile nasconderlo. La pandemia ha provocato notevoli danni economici ai club: davanti a certe proposte non si può voltare le spalle e apparire presuntuosi”. È Scamacca l’alternativa per i viola.

Torino, sorpasso sul Cagliari per Pobega. Messias più vicino

Non più tardi di qualche giorni fa, Juric ha chiesto pubblicamente alla sua società nuovi calciatori. L’ex tecnico del Verona verrà accontentato: Pobega del Milan è molto vicino, il Torino ha sorpassato il Cagliari per il giovane centrocampista. L’ex Spezia arriverà in prestito. Messias è l’obiettivo principale di Juric. Il Torino ha offerto al Crotone 6 milioni di euro, ma la richiesta dei calabresi è di 10. Il brasiliano ha già detto sì ai granata, Juric lo aspetta e nelle prossime ore dovrebbe arrivare la fumata bianca. In serie B, colpo del Brescia: preso a parametro zero Palacio, ex Bologna.

Kane sempre più vicino al City. Odegaard dal Real all’Arsenal. Van Gaal nuovo ct dell’Olanda

Il centravanti del Tottenham vuole il City a tutti i costi: l’attaccante inglese non è stato convocato per la prima in Conference League. Il Manchester City spera di chiudere la trattativa entro il weekend, per una cifra record di 175 milioni di euro. Il centrocampista del Real Madrid Odegaard è vicino all’Arsenal, questa volta a titolo definitivo: operazione da 35 milioni di euro. Van Gaal di nuovo in panchina: l’ex Manchester United tornerà ad allenare la nazionale olandese.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime