La Roma irrompe su Abraham, Florenzi verso il Milan

La Roma irrompe su Abraham: l’attaccante del Chelsea, dopo l’arrivo a Londra di Lukaku, è in uscita. L’Atalanta sogna il suo arrivo, l’Arsenal ci prova ed è la concorrente principale dei giallorossi, che progettano il blitz.

Dzeko-Abraham all’Inter, ci siamo

Dzeko è molto vicino all’Inter. La società nerazzurra conta entro le prossime 24 ore di chiudere per l’attaccante giallorosso, Inzaghi lo aspetta. Dzeko ha detto sì ad un biennale da 5 milioni di euro a stagione. È in attesa, Dzeko, che i due club trovino l’accordo definitivo, prima di poter partire in direzione Milano. I contatti tra Roma e Inter sono frenetici: Lucci – procuratore del bosniaco – sta facendo da intermediario nella trattativa. Marotta conta di poter prendere il calciatore a parametro zero, mentre la società giallorossa vorrebbe un piccolo indennizzo di 4 milioni di euro: si chiuderà a 2, con Dzeko, che potrebbe svolgere le visite mediche con l’Inter nella giornata di mercoledì. Intanto i giallorossi lavorano per trovare il sostituto di Dzeko: Belotti è un nome che piace molto a José Mourinho, anche se al momento il dg Tiago Pinto sta trattando l’attaccante del Chelsea Abraham. Sul classe 1997 c’è l’interesse dell’Atalanta, pronta a sostituire Zapata con il centravanti inglese, e soprattutto dell’Arsenal. Per lasciar partire il suo attaccante, Abramovich chiede 40 milioni di euro. La Roma propone ai londinesi un prestito biennale con diritto di riscatto.

Florenzi verso il Milan

Milan in dirittura d’arrivo per Alessandro Florenzi: l’esterno destro italiano è stimato da Inzaghi ma soprattutto è l’ultima idea di Paolo Maldini e Massara. La sua duttilità (può fare il vice-Calabria, visto che l’affare Dalot non si sblocca, e giocare a centrocampo) spinge il Milan a valutare seriamente l’offerta della Roma. Una trattativa che sta entrando nel vivo proprio in queste ore: accordo a un passo per un prestito da 1 milione e diritto di riscatto (che diventerà obbligo se si realizzeranno determinate condizioni) a 7 milioni.

Juventus-Pjanic: giorni decisivi

Pjanic non ha giocato nell’amichevole disputata proprio contro i bianconeri. Il suo futuro è lontano da Barcellona e la Juventus vuole riportarlo in bianconero. Pjanic ha già detto sì al ritorno a Torino, ma i catalani chiedono 8 milioni di euro per liberare il bosniaco mentre la Juventus vorrebbe prendere il regista a zero. I contatti proseguono e la dirigenza bianconera spera di poter far arrivare il centrocampista alla corte di Allegri nei prossimi giorni. Non solo Pjanic: Cherubini lavora per trovare l’accordo con il Sassuolo su Locatelli, anche se tra i due club c’è una distanza di 10 milioni di euro tra la richiesta di Carnevali (40 milioni) e l’offerta della Juventus (30 milioni). Locatelli spinge per arrivare a Torino, la situazione potrebbe sbloccarsi domani, quando tra i due club andrà in scena l’incontro decisivo: la Juventus si avvicinerà alle richieste del Sassuolo e spera di chiudere.

Atalanta-Belotti: Gasperini spinge

L’Atalanta studia le prossime mosse di mercato, soprattutto se dovesse partire Zapata, nei piani dell’Inter. Gasperini e la società ragionano sul reparto avanzato. Belotti è il nome che piace di più al tecnico della Dea, Percassi vorrebbe accontentarlo. Tanto più che il rapporto tra il Gallo e Cairo non è più idilliaco come nelle scorse stagioni e il centravanti italiano ha rifiutato il rinnovo contrattuale con il Torino. Il presidente granata potrebbe lasciar partire il suo attaccante per 20 milioni di euro. Anche Abraham interessa molto alla dirigenza bergamasca, il Chelsea però valuta il suo cartellino 40 milioni di euro e la Roma ora è in pole per l’attaccante inglese. Sul laziale Correa è invece piombato l’Aston Villa. Akpa Akpro ha rinnovato il contratto con i biancocelesti fino al 2025.

Il Manchester United gela il Psg per Pogba

Il Messi-Day non è ancora iniziato: l’asso argentino era atteso nella giornata di oggi a Parigi, ma non si è visto. L’accordo con il Psg è stato trovato, vanno risolti però ancora alcuni dettagli prima della fumata bianca, che comunque arriverà. L’ex Barcellona firmerà un biennale con opzione per il terzo anno a 35 milioni di euro a stagione. L’insaziabile Psg ora coltiva un altro sogno: Paul Pogba. Il centrocampista del Manchester United vorrebbe tornare in Francia, ma il club inglese chiede 80 milioni di euro per lasciar partire l’ex Juve, nonostante il contratto in scadenza nel 2022. Intanto l’addio di Messi al Barcellona ha scatenato la prevedibile reazione di alcuni leader storici del gruppo blaugrana: Piqué ha attaccato l’ex presidente Bartomeu colpevole – secondo il difensore spagnolo – del divorzio tra Leo e il Barcellona. La Svizzera ha annunciato il suo nuovo ct: è Murat Yakin, che prenderà il posto di Pektovic nuovo allenatore del Bordeaux. Milenkovic lascia la Fiorentina: il centrale serbo è molto vicino al West Ham. Nelle prossime ore dovrebbe arrivare la chiusura dell’affare, con Commisso che incasserà quasi 20 milioni di euro tra parte fissa e bonus. Sul centrale difensivo era vivo l’interessamento della Juventus, ma la società bianconera ha preferito concentrare i propri sforzi economici sulle operazioni legate ai centrocampisti Pjanic e Locatelli, mentre il quarto difensore, dopo de Ligt, Chiellini e Bonucci, sarà Rugani.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime