La rivincita di Kepa, dalla lite con Sarri alla Supercoppa: il Chelsea ringrazia mister 80 milioni

La notte di Belfast ha in Kepa il suo eroe. Nella finale di Supercoppa Europea vinta ai rigori dal Chelsea contro il Villarreal l’ingresso in campo del portiere spagnolo, deciso da Tuchel poco prima dei tiri dagli undici metri, è risultato decisivo. Il classe 1994 ha infatti neutralizzato i penalty di Mandi e Albiol, facendo esplodere la festa dei Blues. Un riscatto atteso oltre due anni da Kepa, protagonista nel febbraio 2019 di una clamorosa lite con l’allora tecnico del Chelsea Maurizio Sarri.

La lite con Sarri

Nella finale di Coppa di Lega disputata a Wembley contro il Manchester City, il portiere spagnolo rifiutò il cambio proprio prima dei rigori facendo imbestialire l’allenatore toscano, che aveva deciso di mandare in campo Caballero. Alla fine ad alzare la Coppa fu la squadra di Guardiola e, nel post partita, Sarri cercò di gettare acqua sul fuoco dichiarando che si era trattato solo di “un’incomprensione. Pensavo che Kepa avesse i crampi, parlerò con lui dell’accaduto”. In realtà pochi giorni dopo, nel derby contro il Tottenham, il portiere spagnolo venne relegato in panchina dall’ex tecnico del Napoli, a conferma che lo strappo tra i due era tutt’altro che ricucito.

Kepa festeggia la conquista della Supercoppa con James (reuters)

Acquisto record per 80 milioni di euro

E pensare che proprio Sarri, desideroso di avere in rosa un estremo difensore abile nell’impostare il gioco dal basso, aveva insistito in estate per l’acquisto di Kepa, convincendo Abramovich a sborsare la clausola rescissoria fissata dall’Athletic Bilbao a quota 80 milioni di euro. Il basco diventò così il portiere più pagato della storia del calcio, battendo immediatamente il record stabilito qualche settimana prima da Alisson, passato dalla Roma al Liverpool per 75 milioni di euro.

Il rigore parato da Kepa ad Albiol (afp)

Tuchel: “Scelta dettata dalle statistiche”

Dopo un’altra stagione da titolare sotto la guida tecnica di Lampard, l’arrivo nel settembre 2020 di Mendy ha fatto scivolare Kepa nelle gerarchie, costringendolo al ruolo di secondo. Due anni dopo la lite con Sarri ecco il riscatto in Supercoppa, con l’ingresso in campo al 119′: “Ho parlato con i preparatori dei portieri che analizzano costantemente le statistiche secondo cui Caballero (adesso svincolato) era il migliore a parare i rigori, Kepa il secondo e Mendy il terzo – ha spiegato Tuchel in conferenza stampa – Ci siamo sempre confrontati apertamente con i nostri portieri sulla possibilità di effettuare un cambio in una situazione come quella verificatasi in Supercoppa. Non per motivi personali, ma per avere maggiori chance di vittoria dettate dalle statistiche”.

Il precedente di Spinosa, eroe del Castel di Sangro

Una vicenda che ricorda quella di Pietro Spinosa, eroe del “miracolo” Castel di Sangro nel 1996, quando nello spareggio contro l’Ascoli mister Osvaldo Jaconi lo fece entrare proprio al 119′ in vista dei calci di rigori, che decretarono la storica promozione in serie B della compagine abruzzese.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime