La gaffe della Serie A: ”No al professionismo nel calcio femminile”. Poi il dietrofront: “Solo un malinteso”

La gaffe della Serie A: ''No al professionismo nel calcio femminile''. Poi il dietrofront: "Solo un malinteso"

ROMA – Non solo una gaffe: molto di più. Nel Consiglio federale convocato per discutere delle licenze nazionali, si è votato anche per le norme tecniche per l’introduzione del professionismo nel calcio femminile, che avverrà dal 1 luglio.

La Serie A femminile sarà, dalla prossima stagione, interamente professionista. Nell’Assemblea interna, tutti i club della Serie A avevano votato a favore. Ma quando la pratica, dopo le 12, è stata affrontata in Consiglio federale, la Serie A – rappresentata da Lotito, Marotta e dal presidente Lorenzo Casini – ha sorprendentemente votato contro. Nello sconcerto del resto del Consiglio, in cui si è accesa la discussione col presidente Gravina. Poco dopo, però, il presidente della Serie A Casini, accortosi del danno d’immagine, ha chiesto di rivotare al presidente Gravina. Incalzato sulla vicenda,il presidente della Lazio Claudio Lotito ha provato a giusificarsi: “C’è stato solo un malinteso”

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments