Koulibaly favorevole al Mondiale ogni due anni: “Un’opportunità per le squadre africane”

Kalidou Koulibaly, difensore del Napoli e capitano della nazionale del Senegal, è favorevole alla proposta della Fifa di organizzare il Mondiale ogni due anni: “Secondo me – ha detto al termine della gara vinta 4-1 con la Namibia – questa rivoluzione potrebbe essere positiva per le squadre africane: cinque nazionali nel torneo sono troppo poche, il nostro continente merita di essere rappresentato meglio”. Il numero è comunque destinato ad aumentare: con l’allargamento a 48 squadre, previsto per il 2026, le nazionali africane che parteciperanno alla fase finale saranno nove, non più cinque.

Meno partite, più qualità

Koulibaly si augura che la riforma porti a un calendario più razionale: meno partite da giocare, ma di maggior qualità, per i giocatori e anche per gli appassionati: “Disputare il Mondiale ogni due anni – ha continuato Koulibaly – significherebbe anche ridurre le amichevoli delle nazionali, cosa necessaria: stiamo giocando troppo. Bisogna però riuscire a ‘incastrare’ bene il calendario delle nazionali con quello dei club, che è già fittissimo”.

Chiedere le opinioni dei calciatori, non dei presidenti delle federazioni

Koulibaly ha le idee chiare anche sulle persone da interpellare per capire se la riforma può funzionare: “Bisognerebbe chiedere l’opinione del maggior numero possibile di calciatori e anche degli allenatori. Ma non dei presidenti delle federazioni: non è affar loro”. Il dibattito è dunque aperto. E Koulibaly ha già un oppositore “interno”: Aliou Cissé, ct del Senegal, è contrario alla proposta.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime