Juventus, tra corsa Champions e ‘Champions vera’: Allegri prepara il trittico decisivo

TORINO – Le notizie provenienti dall’infermeria, con capitan Chiellini che ha alzato bandiera bianca in Nazionale per un’infiammazione della giunzione muscolo tendinea del tendine di Achille di sinistra, complicano ulteriormente l’avvicinamento della Juventus di Allegri al trittico di partite chiave che attende la squadra al rientro. Tra campionato e Champions League, i bianconeri si giocano una fetta di futuro a breve e a lungo termine: sette giorni che vedranno nell’ordine la trasferta dell’Olimpico con la Lazio, quella di Stamford Bridge con il Chelsea e il match casalingo con l’Atalanta. Tre impegni che farebbero preoccupare chiunque, tanto più una squadra che è ancora alla ricerca di se stessa.

Il trittico di impegni

Al ritorno in campo la Juventus sarà impegnata sul campo della Lazio, una delle formazioni che ha messo maggiormente in difficoltà i bianconeri nel periodo in cui dominavano la scena italiana. Negli ultimi tre impegni all’Olimpico, la posta in palio è stata equamente distribuita: un pareggio nella sfida dello scorso novembre, una vittoria della Lazio per 3-1 a dicembre 2019, un successo bianconero per 1-2 nel gennaio 2019. Difficoltà che si sommano alla voglia di rivalsa di Maurizio Sarri, ex mai rimpianto, che proverà a fare lo sgambetto alla prima da avversario dopo lo scudetto del 2018/19. Quella con la Lazio e la successiva con l’Atalanta saranno due sfide chiave per la corsa Champions che vede coinvolte tutte e tre le squadre: vincere con i biancocelesti permetterebbe alla squadra di Allegri di agganciarli in classifica, mentre l’Atalanta è attualmente in vantaggio di quattro punti. Perdere, superfluo dirlo, sarebbe disastroso per la corsa Champions. E proprio la “coppa  dalle grandi orecchie” sarà l’intermezzo tra i due appuntamenti: la Juventus è già qualificata agli  ottavi ma la sfida di Stamford Bridge potrebbe valere il primo posto nel girone e la possibilità di evitare le avversarie più pericolose negli ottavi di finale. Tre vittorie per sorridere nel presente e garantirsi un futuro sereno.

Gli impegni e gli infortuni

Sarà fondamentale poter contare sui sudamericani e sui nazionali il più in fretta possibile. I primi a tornare alla Continassa saranno Kulusevski e Morata, che il 14 novembre  saranno avversari per il Mondiale nella sfida tra Svezia e Spagna, seguiti dagli azzurri, impegnati il 15 novembre contro l’Irlanda del Nord, e da Szczesny. Il 16 novembre giocheranno Rabiot, De Ligt, Ramsey, Cuadrado, Bentancur e McKennie, il che li renderà disponibili il giorno dopo, mentre mercoledì 17 novembre toccherà ad Alex Sandro, Danilo e Dybala, che arriveranno il 18, a due giorni dalla sfida con la Lazio. Sicure anche le  assenze di De Sciglio e Chiellini, mentre Kean è recuperato e dovrebbe  tornare tra i convocati di Allegri dopo quattro match di assenza. 

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime