Juventus, Allegri: “Si può migliorare, ma intanto abbiamo giocato da squadra”

TORINO – “E’ una vittoria importante con un bel risultato perché per la terza volta non abbiamo preso gol”. Massimiliano Allegri si gode la quinta vittoria consecutiva della Juve tra campionato e coppa anche se rende merito agli avversari: “La Roma avrebbe ampiamente meritato il pareggio, noi abbiamo avuto un’occasione a inizio secondo tempo. Gli episodi ci sono stati favorevoli perché abbiamo giocato da squadra, ma la Roma è una delle migliori del campionato, una squadra che ha ottime qualità sia fisiche che tecniche”.

“Dobbiamo migliorare nel palleggio e nelle scelte”

Il tecnico bianconero analizza così la gara “Nel primo tempo abbiamo subito qualche ripartenza e loro sono stati bravi a darci qualche grattacapo. Poi abbiamo giocato anche noi. Dobbiamo ancora crescere quando portiamo il pallone vicino all’area. Quando iniziamo a giocare il pallone o ci addormentiamo o ci innervosiamo. Ma abbiamo dato un altro colpetto alla classifica. Ora pensiamo alla Champions”. Una vittoria pesante considerato anche che la Juve ha dovuto fare i conti con le assenze: “Mancavano Morata, anche se entrato, Dybala, de Ligt e Rabiot. Ma quando tutti giocano con questo spirito è più difficile subire gol, abbiamo vinto diversi contrasti e ribattuto i loro tiri”.

“Szczesny ha ritrovato continuità di rendimento, bravo De Sciglio”

Dopo gli errori e le critiche di inizio stagione, Szczesny ha suggellato la serata con un’altra grande prestazione: “Szczesny ci ha ridato il suo valore. Ha fatto gli errori tutti insieme e ora ha trovato continuità di rendimento”. Ottime anche le prestazioni dei comprimari: “Le qualità di Kean, De Sciglio, Arthur e Bernardeschi sono evidenti. Devono essere tranquilli, non è che un giorno diventano meno bravi. De Sciglio io lo conosco dal Milan, ha fatto la metà della carriera che poteva dare, deve aver avuto qualche problema mentale o caratteriale. Ce ne sono pochi più bravi di lui. Poi abbiamo anche Rugani e Pellegrini che era in ballottaggio con De Sciglio. Col piglio giusto possono dare tutti una mano”.

“La partenza lenta? Cose che succedono”

Alla prossima in campionato ci sarà l’Inter: “Tra le due era più importante quella con la Roma, a livello di classifica. Ora cementiamo il passaggio del turno in Champions e poi da venerdì ci prepareremo per questa grande sfida contro una squadra forte”. Infine un commento sulle partenze lente delle sue squadre: “Io sono molto fatalista, sono cose che succedono. Non conoscevo i giocatori nuovi, anche quando facevo i cambi davano poco. Ci siamo trovati il 5 agosto, danni ne ho fatti anche io e ora ne farò meno per provare a dare una mano a questi ragazzi”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime