Juventus, Allegri: “Punto pesante, bella prestazione”

MILANO – “È un punto pesante”. Massimiliano Allegri non nasconde la propria soddisfazione per aver ripreso in extremis l’Inter ed aver allungato a 9 gare la striscia d’imbattibilità: “E’ un risultato prezioso perché ci tiene a 3 punti dall’Inter e perché avvenuto anche dopo una bella prestazione. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio che nel primo. Abbiamo giocato un po’ più alti, con più fiducia, contro un’ottima Inter che comunque è una squadra fisica, che ha tecnica. Serviva fare una prestazione del genere per portar via un risultato positivo”.

“Dobbiamo essere più concreti nel finalizzare le azioni”

Il tecnico bianconero ha comunque qualche appunto da fare ai suoi: “Si poteva fare ancora meglio. Prima del gol del pareggio ci sono state due-tre situazioni dove non abbiamo chiuso l’azione: Mckennie prima non ha chiuso sulla palla indietro di Kulusevski poi non è arrivato sulla palla indietro di Chiesa. In un’altra occasione Locatelli ha dato fastidio in un bell’inserimento di Bentancur che poteva colpire a colpo sicuro: sono situazioni nelle quali dobbiamo cercare di essere più attenti e concreti”.

“Chiesa in panchina? Mi serviva un uomo più fisico per pressare Brozovic”

Allegri spiega perché ha tenuto Chiesa in panchina: “Sapevo sarebbe stata una partita più fisica all’inizio e mi serviva un giocatore maggiormente in pressione su Brozovic, ovvero Kulusevski che ha fatto una bella partita. Anche Kaio Jorge mi è piaciuto. Ha personalità ed è furbo. Arthur ha proprietà di palleggio importanti e lo ha dimostrato quando è entrato. A volte siamo stati un po’ troppo frettolosi. Stiamo comunque migliorando la condizione fisica. Anche la fiducia sta crescendo, infatti nelle 4 partite prima di questa non avevamo subito reti. Sul gol, anche se eravamo in 10, avremmo potuto non prenderlo perché è nato da una situazione comunque fortuita. Il biglietto dato in campo a Bonucci? Sicuramente riguardava le palle inattive, ma non l’ho scritto io”.

Dybala: “Dobbiamo migliorare in fase offensiva”

Paulo Dybala al ritorno in campo è risultato subito decisivo: “Sono contento per il gol, voglio sempre aiutare i compagni e stare fuori non mi piace, ultimamente ho avuto tanti infortuni. E’ un punto importante per come si era messa. Siamo la Juve, giochiamo per vincere, ma abbiamo affrontato un avversario che gioca molto bene. Certamente dobbiamo migliorare la fase offensiva, un gol non può sempre bastare. Poi se possiamo vincere ancora 1-0 va bene. Il rinnovo? Dopo tanti anni qui, imparando dai leader, si cresce e si cerca di aiutare i più giovani”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime