Juventus, Allegri: “Per lo scudetto un passettino alla volta. Bello tornare a battere l’Inter”

Al momento stai visualizzando Juventus, Allegri: “Per lo scudetto un passettino alla volta. Bello tornare a battere l’Inter”
Juventus, Allegri: "Per lo scudetto un passettino alla volta. Bello tornare a battere l'Inter"

“È bello tornare a battere l’Inter e vincere uno scontro diretto. Ho rivisto lo spirito giusto”. Dopo le delusioni di Champions, Massimiliano Allegri ritrova il sorriso. La Juventus ha vinto tenendo la porta chiusa per la quarta volta di fila in campionato: “Abbiamo disputato una bella partita. Nel primo tempo abbiamo avuto un pizzico di fortuna, ma quando ti metti a disposizione del gruppo è più facile vincere. Nel secondo tempo abbiamo fatto meglio mettendo in mostra una fase difensiva straordinaria. Dopo il vantaggio abbiamo giocato anche bene e abbiamo rischiato credo solo su Lautaro. Quando giochi con questo atteggiamento è difficile prendere gol”.

Allegri: “Il 3-5-2 ha dato più certezze”

Funziona il 3-5-2: “Sicuramente ha dato più certezze, ma le certezze maggiori sono quelle di una squadra che comunque corre insieme, si aiuta, si abbassa dietro la linea della palla e capisce i momenti della partita. All’inizio giocavamo mezz’ora, ora invece anche nelle difficoltà siamo in partita. Poi direi che dobbiamo recuperare tutti. Ma questo spirito è importante, alza il livello di competizione”. Decisivo Rabiot, autore di una prova superlativa: “Ci ho parlato prima del suo possibile trasferimento, gli ho detto che da noi era stimato e che io lo considero un grande giocatore con margini di miglioramento importanti. Stavolta è stato straordinario a mettersi al servizio della squadra”.

Allegri: “Scudetto? Facciamo un passetto alla volta”

Per Allegri non è la gara della svolta: “Il campionato è lungo, abbiamo avuto passaggi a vuoto ma è una vittoria che ci dà soddisfazione. Battuta una grandissima squadra ma ora già dobbiamo pensare alle prossime due, con Verona e Lazio. Poi tireremo una riga e vedremo”. E per lo scudetto: “In questo momento siamo a due punti dal quarto posto. Il Napoli fa cose straordinarie, poi dopo la sosta non so cosa succederà”. Per ora l’obiettivo “è quello di fare il massimo – conclude Allegri -. Non si deve pensare che sia finita e che abbiamo risolto tutto. Bisogna lavorare. Abbiamo fatto ottime cose ma si può migliorare, un passettino alla volta”.

Rabiot: “Siamo un gruppo unito, vogliamo lo scudetto”

Adrien Rabiot, che con la sua rete ha fatto prendere una decisiva piega alla sfida, spiega il motivo del “cerchio” dei giocatori a fine gara: “È una vittoria arrivata soffrendo. Ma si vede che c’è la voglia di fare di tutto per il compagno e di non mollare fino al 90′. Stasera è stata una bella prova. Si è notata la determinazione, la voglia dello spogliatoio. Siamo tutti insieme, abbiamo avuto delle difficoltà e adesso ne siamo usciti con grandi prestazioni. C’è solo unità”. La Juventus sembra aver cambiato marcia con l’innesto dei giocatori più giovani in pianta stabile nell’undici titolare: “Abbiamo bisogno di tutti, dai giovani ai più anziani – aggiunge il francese -. Siamo tutti uniti, anche lo staff. Fuori dicono tante cose anche sugli infortunati, che non vogliono giocare per il Mondiale ma noi vogliamo vincere il campionato”. Rabiot è sempre più uno dei leader di questa Juve: “Dopo 4 anni sì, soprattutto sul campo. Però non si deve parlare ma ‘fare’ sul campo. L’ho già detto, voglio trascinare la squadra. Stiamo crescendo”.

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments