Juventus, Allegri: “Bella reazione dopo una settimana difficile. Le critiche? Preferisco averle quando giochiamo male”

Classifica | Calendario | Marcatori

“Vincere non è mai semplice, tanto più a Cagliari. Siamo stati bravi a riuscirci dopo una settimana complicata”. Massimiano Allegri accoglie con soddisfazione il ritorno alla vittoria della Juventus che consolida ulteriormente il 4° posto, ancor prima che le inseguitrici scendano in campo. “Dobbiamo arrivare alle ultime due con un po’ di vantaggio anche perché Roma e Lazio sono lì dietro. I ragazzi hanno giocato bene: hanno creato tanto e concesso poco”.

“Preferisco ricevere critiche quando giochiamo male”

Il tecnico bianconero rivela che non è stato facile preparare la partita: “Non è stato facile soprattutto digerire la sconfitta contro l’Inter. Abbiamo perso uno scontro diretto che ci permetteva di poter ambire allo scudetto, anche se Milan e Napoli sarebbero rimaste lì davanti. Chi vinceva quella partita avrebbe potuto avere più facilità a vincere lo scudetto. Il contraccolpo è stato forte, dopo una rincorsa di 15 partite si vedeva l’obiettivo vicino e poi ci è crollato il mondo addosso. Non mi piace perdere, preferisco ricevere critiche quando giochiamo male. Nessuno si ricorda di come è andata la partita. Ha vinto l’Inter e si parla solo dell’Inter che viaggia verso lo scudetto…”.

“Si danno troppi giudizi solo in base ai risultati”

Il discorso rimanda, ancora una volta, all’annoso dibattito su ‘giochisti’ (gli amanti del bel gioco) e ‘risultatisti’ (quelli che preferiscono vincere senza fronzoli) : “I primi ‘risultatisti’ sono i giornalisti: si parla di calcio bello, ma poi conta chi vince. Fino al 75′ col Villarreal tutti i giornali erano a favore della Juventus, preso gol si è parlato di disastro. La prestazione resta quella, è il giudizio a variare in base al risultato. Io mi diverto molto a sentire le critiche, le critiche mi fanno solo bene. Poi ogni tanto qualcuno la dice un po’ troppo grossa e mi dà un po’ fastidio. Quando smetterò spero che qualcuno abbia il coraggio di ritornare a parlare dell”abc’ del calcio, come un giocatore stoppa la palla, in che modo si smarca. Abbiamo un po’ perso questi concetti, siamo andati dietro a cose che non esistono. Siamo andati 15 anni dietro al calcio di Guardiola, poi lui ha cambiato. Ho parlato del portiere che rilancia, tutti mi hanno criticato, ogni volta devo spiegare tutto alla lettera”, dice.

“Dybala ha fatto 2-3 giocate importanti”

Infine un commento alla prova di Dybala: “Ha fatto due o tre giocate importanti. Se fosse stata una partita di alta intensità avrebbe avuto difficoltà perché rientrava dopo tanto tempo. Io sono innamorato dei giocatori che giocano bene a calcio, sono ancora della vecchia generazione fortunatamente. Il suo addio? Ci sono storie che nascono e poi finiscono. Finiscono tra uomini e donne, succede anche tra giocatori e club, ma Dybala si sta impegnando molto – ha concluso – Ha avuto diversi infortuni, non è ancora il giocatore che conosciamo”.

De Ligt: “Partenza molle poi buona reazione”

Matthijs De Ligt, autore del gol del momentaneo pareggio, analizza così la partita: “Abbiamo iniziato male e loro sono andati subito in vantaggio. Penso che siamo partiti troppo molli, perdendo palloni facili. E così è diventata una partita difficile, anche a causa di un campo dove è molto complicato giocare. Alla fine però siamo riusciti a vincere, una vittoria meritata. Non era difficile reagire alla sconfitta dell’Inter, anche se preferisco giocare subito dopo tre giorni. Ma la nostra situazione è che ora giochiamo ogni settimana e bisogna allenarci duro per vincere”.

Juventus, Allegri: "Bella reazione dopo una settimana difficile. Le critiche? Preferisco averle quando giochiamo male"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

Alessio Tacchinardi analizza così Cagliari-Juventus 1-2: “Non si può annullare il gol che hanno annullato alla Juventus. Il braccio era attaccato al corpo, non conosco nei dettagli il regolamento ma non mi pare un gol da annullare.
1° se non sai le regole,come tu stesso ammetti, allora chiudi la bocca e taci
2° ma questo mezzo giocatore sta cercando (da qualche tempo) un posto nella societá condannata per illecito sportivo?
3° come disse il SUO presidente “lamentarsi degli arbitri é da provinciali”
4° avete capito perché l’iner fa cosí fatica a vincere? perché le mancano l buffoni che gonfianano e condizionano i media con della pagliacciate e la stampa che le fa da gregario