Juventus, Allegri all’attacco dell’Inter: Di Maria con Milik aspettando il tridente

Al momento stai visualizzando Juventus, Allegri all’attacco dell’Inter: Di Maria con Milik aspettando il tridente

Tutto ruota intorno a Vlahovic. L’abito della Juventus da indossare nel derby d’Italia è ancora in fase di progettazione. Allegri studia le mosse per far coesistere i problemi di infortuni, la condizione non ancora ottimale dei calciatori recuperati e le certezze accumulate nel periodo più difficile degli ultimi anni per la Juventus. Domani sera nel derby d’Italia l’allenatore dovrebbe confermare il 3-5-2, lo stesso modulo della squadra di Inzaghi, invece che affidarsi nuovamente al 4-3-3: per necessità ci sarà l’attacco a due punte, il sogno è poter ammirare finalmente il tridente ideato quest’estate in sede di mercato.

L’attacco da disegnare, Di Maria favorito al fianco di Milik

“Per l’Inter recuperiamo Bremer, Vlahovic e Di Maria”, aveva anticipato Allegri dopo il ko con il Psg. Ed effettivamente tutti e tre saranno a disposizione del tecnico che ritroverà rispetto alla Champions anche Danilo, squalificato con il Psg. Tuttavia averli a disposizione non significa che siano tutti nelle migliori condizioni. Quello più avanti nella condizione atletica è Bremer, che si piazzerà al centro della difesa a tre con Danilo e Alex Sandro ai lati. Resta ancora aperto uno spiraglio per Bonucci, in ripresa rispetto alle prestazioni fornite nell’ultimo mese. Se dalla mediana in giù le certezze sono più dei dilemmi, è in attacco che Allegri ha i dubbi maggiori. Mancherà il solo Kean, ma è altrettanto vero che Milik è l’unico al massimo della forma ed è sicuro del posto da titolare. Favorito al suo fianco Di Maria, che nell’ultima settimana si è allenato con continuità: le ultime tre partite di questo spicchio di stagione saranno la palestra dell’argentino per presentarsi al top al Mondiale. Se prima la Juventus aveva bisogno del Fideo, oggi i ruoli si sono invertiti: contro Inter, Verona e Lazio l’argentino cercherà la continuità dopo aver mostrato per brevissimi periodi tutto il suo potenziale.

Vlahovic e Chiesa verso la panchina

Con Di Maria a giocare da seconda punta alle spalle di Milik, il polacco dovrà svolgere il ruolo di riferimento in attacco, prendendo in consegna il suo lavoro e quello di Vlahovic: far salire la squadra, proporsi come riferimento offensivo e provare a sfruttare le invenzioni e le intuizioni del Fideo. Nelle partite in cui ha avuto la possibilità di giocare, tra infortuni ed espulsioni, ha segnato un solo gol ma ha distribuito quattro assist tra campionato e Champions: giocare al suo fianco è il sogno di ogni attaccante. Con il solo Milik al centro dell’attacco, saranno fondamentali le intuizioni di Di Maria ma anche gli inserimenti di Locatelli, quasi perfetto con il Psg. Vlahovic invece non è ancora al meglio, pur filtrando ottimismo dalla Continassa: il dolore al pube sta diminuendo e anche se la preoccupazione non manca, visto il pregresso del serbo che è stato operato quest’estate proprio per risolvere la pubalgia, Allegri potrà finalmente contare su un’arma tattica da utilizzare a partita in corso. Sia lui che Chiesa sono in buona condizione fisica ma non ancora al meglio, vista la lunga inattività per l’esterno e la settimana a bassissima intensità del serbo. Entrambi stanno aspettando di ritrovarsi in campo in bianconero dopo averlo fatto con la maglia viola della Fiorentina: pur essendo nella stessa squadra da dieci mesi, non hanno ancora giocato insieme. Il derby d’Italia potrebbe essere il trampolino di lancio, anche solo per qualche minuto, del tridente sognato quest’estate con Vlahovic al centro  e Di Maria e Chiesa esterni. Le prove generali per gennaio, quando forse si vedrà la Juve ideata quest’estate da Allegri e dalla dirigenza. 

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments