Juric, messaggio al Torino: “E’ il momento di fare qualcosa in più”

Ivan Juric non si fida dell’Udinese. Il tecnico granata, in vista del posticipo di domani sera alle 20,45, alza la guardia: “Apprezzo la società friulana perché lavora molto bene, sapendo scegliere i giocatori giusti; e poi c’è Gotti che è un ottimo allenatore”. Tradotto, la sfida di domani sera per il Toro non sarà affatto una passeggiata: “Sarà una partita estremamente difficile: l’Udinese è una squadra con cui fai sempre fatica, perché i friulani hanno qualità e forza fisica”. Con Juric si torna alla sconfitta pre-nazionali di La Spezia: “Al Picco non abbiamo fatto bene, ma non è stata una partita così negativa come quella di fine agosto a Firenze. Semmai, il nostro problema è che spesso in questo momento non riusciamo a strappare risultati positivi anche quando giochiamo bene”.

Domani sera Juric deve anche fare i conti con le assenze, numerose anche stavolta: saranno convocati Brekalo, Praet e Sanabria, mentre ci vorrà ancora tempo per rivedere in campo Ansaldi, Mandragora e Rodriguez. “Nel dettaglio – precisa l’allenatore croato – Sanabria ha avuto un problema con la schiena, ma ci sarà. Praet fa fatica a recuperare dopo le partite, deve trovare continuità di allenamento, ma sta meglio e sarà convocato. Brekalo ha avuto un problema con il polpaccio, speriamo sia tutto risolto”. Ma ciò che conta è la fase della squadra granata: “Abbiamo dato una sensazione di miglioramento, con una scossa a livello di comportamento, atteggiamento e lavoro – fa il punto Juric -. In questo momento siamo in un limbo, possiamo andare su o giù. Le prossime 7 partite più la Coppa Italia saranno decisive perché ci diranno che cosa siamo e che campionato andremo a fare: questo è il momento di fare qualcosa in più. E io voglio un Toro tosto per fare grandi partite”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime