Inter sempre più Brozovic dipendente, perché Inzaghi non può fare a meno del croato

Inter sempre più Brozovic dipendente, perché Inzaghi non può fare a meno del croato

Gli mancava giusto il gol. Che Marcelo Brozovic sia il giocatore più importante per l’Inter è fuori discussione. Che il suo contributo sul gioco nerazzurro sia totale è fin troppo evidente. Ma con la rete che ha aperto la partita vinta 3-1 al Picco contro lo Spezia, il regista croato ha dimostrato di sapersi caricare la squadra sulle spalle anche in modi che teoricamente non gli competono. Nessuno gli chiede di segnare. Eppure, quando davvero serviva, lo ha fatto. Poi, alla sua maniera, ha risposto a chi gli chiedeva se fosse felice di avere segnato: “Sono più felice perché la squadra vince”. 

La Brozo-dipendenza dell’Inter

Il 29enne di Zagabria è uomo da calcio vero, non da fantacalcio. Se pesato con la metrica dei bonus, non è certo uno dei migliori centrocampisti della Serie A. Quella segnata al minuto 31′ del primo tempo di Spezia-Inter, complice una torre stortignaccola di D’Ambrosio che avrebbe voluto servire Dzeko, è la sua prima rete in questo campionato. La seconda in stagione, considerando anche la Champions League. Due sono anche gli assist che ha servito ai compagni dallo scorso agosto, sempre uno per torneo. Eppure la dipendenza della squadra di Inzaghi dal suo playmaker è totale: corre più di tutti, passa più di tutti e lo fa meglio di chiunque altro. Probabilmente la Brozo-dipendenza è il principale limite dell’Inter. Ma Brozo c’è, quindi alla Pinetina nessuno si preoccupa eccessivamente.


Corsa Scudetto: il calendario di Milan, Inter, Napoli e Juve

  33a giornata 34a giornata recupero 35a giornata 36a giornata 37a giornata 38a giornata
Milan 68 pt Genoa LAZIO Fiorentina VERONA Atalanta SASSUOLO
Inter 66 pt SPEZIA Roma BOLOGNA
(27 aprile)
UDINESE Empoli CAGLIARI Sampdoria
Napoli 66 pt Roma EMPOLI Sassuolo TORINO Genoa SPEZIA
Juve 62 pt Bologna SASSUOLO Venezia GENOA Lazio FIORENTINA

In maiuscolo le partite da giocare fuori casa

Classifica Serie A | Marcatori | Calendario completo Serie A


 

Niente turnover in campionato

Proprio il trio di centrocampo – Barella, Brozovic, Calhanoglu – è il punto fermo attorno cui l’allenatore costruisce la squadra. Tutto il resto può ruotare, non loro. Contro lo Spezia ci si aspettava che Inzaghi avrebbe fatto riposare i due titolari di fascia, Dumfries e Perisic. E che avrebbe dato un turno libero a Dzeko. Non è successo. Al Picco, Inzaghi ha schierato di fatto l’once de gala, concedendo ottanta minuti abbondanti di riposo solo a De Vrij, non al cento per cento della forma, e Lautaro, a cui per la seconda gara di fila ha preferito dall’inizio Correa. Poi il Toro è entrato e ha ristabilito le gerarchie. La scelta dell’allenatore dimostra comunque il peso enorme che dà a ogni gara di campionato. Per quanto importante, la semifinale di ritorno di Coppa Italia non lo è abbastanza da indurre a fare turnover contro la quindicesima in classifica.

Una settimana che decide la stagione

Quella che attende l’Inter è una settimana cruciale per determinare il valore della stagione. Due degli obiettivi che il club aveva indicato all’allenatore sono già stati raggiunti: ottavi di Champions e vittoria in Supercoppa. Perché il rendimento sia in linea alle attese della scorsa estate, Inzaghi deve qualificare la squadra nell’Europa che conta. Un obiettivo praticamente raggiunto. È innegabile e logico però che tutti alla Pinetina, come nel tifo interista, arrivati a questo punto credano nella possibilità di vincere anche Coppa Italia e soprattutto scudetto. In questa doppia ottica, le due prossime gare hanno un peso enorme. Martedì contro il Milan, per il meccanismo della rete fuori casa che vale doppio, l’Inter dovrà vincere per forza, nei tempi regolamentari o dopo avere conquistato i supplementari pareggiando 0-0 come all’andata. Un pareggio con gol manderebbe in finale i rossoneri. Nel weekend, i nerazzurri incontreranno la Roma, ultima squadra fra le prime dieci che ancora devono affrontare da qui alla fine del campionato. I rossoneri saranno all’Olimpico ospiti della Lazio. Nel doppio incrocio fra le due città, si deciderà una parte importante della corsa scudetto.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
1 mese fa

La pagella di Brozovic: il gol è una bellezza pura. Giocata da campetto sotto casa.meglio un gol da campetto sotto casa che diventare famoso per uno di mano da imbroglione