Inter, la scelta politica di Inzaghi: con il Sassuolo Handanovic in porta, Onana torna in panchina

Al momento stai visualizzando Inter, la scelta politica di Inzaghi: con il Sassuolo Handanovic in porta, Onana torna in panchina

Inter, la scelta politica di Inzaghi: con il Sassuolo Handanovic in porta, Onana torna in panchina

APPIANO GENTILE – Si va avanti con l’alternanza in porta. Incurante della pressione dei tifosi, che a larga maggioranza vorrebbero sempre in campo Onana, Simone Inzaghi sembra determinato a insistere con la staffetta fra i pali: il giovane camerunense in Champions, l’anziano sloveno in campionato. Salvo sorprese dell’ultima ora, sarà infatti Samir Handanovic a scendere in campo alle 15 Reggio Emilia contro il Sassuolo, nella prima gara di questa nona giornata di campionato.

Onana più in forma di Handanovic

Una conferma della determinazione di Inzaghi a insistere nello schierare il capitano in porta nelle sfide di Serie A è attesa dall’allenamento in programma per l’ora di pranzo qui alla Pinetina. La scelta di non pensionare anzitempo il portiere del diciqnnovesimo scudetto e delle coppe vinte nella passata stagione appare  più politica che tecnica. È vero che Handanovic in qusto primo mse e mezzo di campionato ha giocato anche buone partite, soprattutto quella in casa contro il Torino dello scorso 10 settembre. Ma è anche vero che in altre occasioni, come a Udine otto giorni dopo, è parso poco reattivo. Una considerazione che non vale per Onana, che a volte pasticcia e tende a strafare (assurdo il dribbling su Raphinha di martedì), ma dà sempre l’impressione di essere presente e pronto, infondendo fiducia nei compagni.

Una scelta più politica che tecnica

Handanovic, nonostante il momento poco brillante, non ama essere messo da parte. Ha accettato in qualche modo di non essere schierato in Champions, non senza attriti. Ma il declassamento a panchinaro anche in campionato sarebbe un duro colpo, per lui e di conseguenza per gli equilibri in spogliatoio. Ed è un rischio che Inzaghi non vuole prendersi, in un passaggio fondamentale per la stagione interista e per la sua carriera. In Serie A l’Inter è nona con 12 punti, otto meno del Napoli capolista. E anche in Champions le vittorie con Viktoria Plzen e Barcellona non sono certo un’assicurazione sul passaggio agli ottavi: mercoledì la squadra nerazzurra è attesa al Camp Nou, dove ha perso per due volte (nel girone e in semifinale) anche nell’anno del triplete.

Inzaghi si gioca la faccia

Se davvero Inzaghi sceglierà Handanovic a Reggio Emilia – e tutto porta a pensare che così sarà – lo farà quindi per quieto vivere, scontentando il tifo, nel tentativo di preservare la serenità nel gruppo squadra. Il campo dirà se ha ragione. Può sembrare una scelta di comodo, ma non lo è affatto. L’allenatore si gioca molto: non è facile fare digerire a una tifoseria ultra esigente come quella interista la conferma di un portiere che ha incassato 13 gol in otto partite, soprattutto se il suo successore designato si dimostra pronto e più in forma. 

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
4 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
La Diga Nerazzurra
Ospite
La Diga Nerazzurra
1 mese fa

🤔 A posto siamo!!!! 😰

il Nerazzurro
Ospite
il Nerazzurro
1 mese fa

Per me così facendo si crea solo confusione a tutta la difesa che non ha un punto di riferimento, oltre a fare a meno di Onana che è una certezza. Al prossimo gol preso alla Immobile ti voglio.

Last edited 1 mese fa by il Nerazzurro
El Cuchu
Ospite
El Cuchu
1 mese fa

Handanovic è stato scelto per il campionato e Onana per la Champions, in campionato ci sono 30 partite, ma quando usciamo dalla Champions ?Onana scalda la panchina tutta la stagione? Se Handanovic deve stare immobile in porta tanto vale che sta fermo sulla panchina.

La Diga Nerazzurra
Ospite
La Diga Nerazzurra
1 mese fa
Reply to  El Cuchu

😂 🤣 😂