Inter, Inzaghi: “Raccolto meno di quanto seminato, con la Fiorentina torniamo a vincere”

Inter, Inzaghi: "Raccolto meno di quanto seminato, con la Fiorentina torniamo a vincere"

MILANO — Terza in campionato a quattro punti di distanza dal Milan, ma con la gara di Bologna ancora da recuperare, l’Inter si prepara a ricevere a San Siro la Fiorentina, contro cui all’andata in trasferta ha vinto per 1-3. Alla vigilia della gara, l’allenatore nerazzurro Simone Inzaghi ha parlato tramite i canali social del club.

Inzaghi, si ricomincia dopo la gara pareggiata a Torino. Quanta voglia c’è di tornare alla vittoria?

“Senza dubbio c’è la sensazione in questo periodo di avere raccolto meno di quello che probabilmente avremmo meritato, però c’è la voglia giusta, i ragazzi in questi giorni hanno lavorato molto bene. C’è tanta voglia di tornare in campo e bisognerà farlo con grandissima intelligenza e lucidità”.

Dal 9 gennaio a oggi l’Inter ha giocato 15 partite. D’ora in poi ci sarà invece più tempo per preparare ogni incontro. Quanto sarà importante per questa ultima parte di stagione?

“Sicuramente poter lavorare più giorni per preparare ogni incontro aiuta tantissimo. Consente di lavorare su situazioni che non sono andate bene e sui dettagli. Ma è anche vero che siamo l’Inter. Siamo arrivati agli ottavi in Champions, siamo in corsa ancora in Coppa Italia. Giocare spesso significa essere competitivi durante tutto l’arco dell’annata”.

Nonostante un periodo non semplice le occasioni non sono mai mancate. L’Inter ha sempre creato tanto. È un segno della forza e del carattere di questa squadra?

“Senz’altro. Sarei più preoccupato da allenatore vedendo che la squadra non crea gioco, non crea occasioni. È normale che dovremo essere bravi anche a indirizzare le partite nel modo giusto ed essere bravi a far sì che gli episodi siano a tuo favore, di modo da poter controllare la partita”.

La Fiorentina quest’anno sta facendo molto bene e anche all’andata era riuscita a mettere in difficoltà l’Inter. Che partita si aspetta?

“Troviamo un’avversaria in salute, che sta facendo un ottimo campionato, con un allenatore che ha ottime idee, che dà un’impronta precisa alle proprie squadre. Abbiamo lavorato in questi giorni, sapendo che avremo di fronte un avversario di assoluto valore”.

Mancano undici partite alla fine della stagione, contando anche la semifinale di Coppa Italia, e sei di queste saranno in casa. Può essere un fattore favorevole in vista dello sprint finale?

“Sicuramente. I nostri tifosi per tutta l’annata sono stati sempre al nostro fianco, sia in casa sia in trasferta. Sono sempre stati numerosi. Il nostro pensiero è quello di renderli felici e orgogliosi di vedere la propria squadra in campo”.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments