Inter, Inzaghi: “La voglia di vincere più forte della stanchezza”

Al momento stai visualizzando Inter, Inzaghi: “La voglia di vincere più forte della stanchezza”

Inter, Inzaghi: "La voglia di vincere più forte della stanchezza"

REGGIO EMILIA –  “Abbiamo visto un’Inter che ha avuto tantissima voglia di vincere, quello ci ha fatto superare la stanchezza fisica e mentale. Trovavamo una squadra tecnica, fisica, brava, sapevamo delle difficolta della partita, ma la squadra ha avuto una voglia incredibile”. E’ l’analisi di Simone Inzaghi, dopo il successo dell’Inter in casa del Sassuolo. “Sono due vittorie che fanno morale e classifica, è un inizio, dobbiamo proseguire. Tra tre giorni e mezzo abbiamo il Barcellona, poi il campionato: è un momento delicato, importante con poche rotazioni soprattutto in attacco, dobbiamo recuperare forze ed energie. Ma la squadra sta bene e l’ha dimostrato anche nelle sconfitte”. Poi fa i complimenti ai giocatori che sono entrati a partita in corso: “Ci hanno dato una grossa mano, sono stati bravissimi perché eravamo stanchi e siamo saliti di tecnica negli ultimi 25 minuti. Dopo il loro gol, l’1-1, abbiamo fatto dei minuti di qualità e tecnica che ci hanno permesso di vincere la partita”.

Poi alcune parole sui singoli, a cominciare da Asllani, sostituito all’intervallo: “Ha fatto benissimo con la Roma, oggi non era semplice, loro stavano uomo su uomo, non era facile giocare. Lui aveva un’ammonizione presa, Mkhitaryan sta benissimo e non volevo bruciarmi lo slot per cui ho fatto il cambio subito. Ma sono contento di Asllani, non dimentichiamoci che è un 2022, si è inserito benissimo: deve continuare così che si toglierà soddisfazione”. Sugli attaccanti invece: “Dzeko è molto importante, ha fatto benissimo. Anche Lautaro che è stato molto sfortunato, ma giocando così non ci metterà molto a ritrovare il gol. Deve stare tranquillo e sereno e continuare a crederci e giocare per la squadra come ha fatto oggi”. Sulla scelta di schierare Onana e non Handanovic Inzaghi spiega: “Onana ha fatto bene, la partita che mi aspettavo, ha dato seguito alle prestazioni in Champions. E’ un portiere di qualità che in 2 mesi ha dimostrato che si può giocare il posto tranquillamente con un grande campione come Handanovic. Chi giocherà con il Barcellona? Non mi sbilancio, anche oggi pensavo che De Vrij e Skriniar ci fossero poi ho pensato che non posso permettermi di perdere altri giocatori. Andiamo avanti con fiducia sperando che qualche giocatore torni al più presto perché sono e siamo in grande difficoltà”.

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments