Inter-Fiorentina 1-1: Dumfries replica a Torreira, ma i nerazzurri non sanno più vincere

Inter-Fiorentina 1-1: Dumfries replica a Torreira, ma i nerazzurri non sanno più vincere

Inter-Fiorentina 1-1: Dumfries replica a Torreira, ma i nerazzurri non sanno più vincere

MILANO – Sette punti in sette partite. Una sola vittoria, con la Salernitana, dal 5 febbraio scorso, giorno della sconfitta col Milan nel derby. Contro la Fiorentina l’Inter non è andata oltre il pari e ha confermato il periodo no. Per la squadra di Inzaghi la sosta delle nazionali arriva come una manna dal cielo, ma potrebbe essere troppo tardi. Le due settimane di stop restituiranno ai nerazzurri dall’infortunio Marcelo Brozovic, regista e uomo ovunque a cui l’allenatore non ha saputo trovare un’alternativa. Alla ripresa, a partire dalla trasferta con la Juve del 3 aprile, l’Inter non dovrà sbagliare praticamente più nulla se vuole sperare di rimanere attaccata a quel sogno di scudetto nato e coltivato fra novembre e dicembre scorsi, quando il cielo era sempre azzurro. Per riuscirci, oltre a contare sugli inciampi di chi precede, dovrà fare molto di più del poco che si è visto nelle ultime gare. Anche perché se i bianconeri dovessero vincere con la Salernitana, a Torino avranno l’occasione del sorpasso, al lordo della gara che l’Inter deve ancora recuperare a Bologna.

<<La cronaca della gara>>

I viola di Italiano sono scesi in campo con la baldanza della grande squadra su un campo di provincia. Tre difensori in copertura, con un terzino bloccato a turno fra Venuti e Biraghi, e sette uomini sempre all’attacco. Per contro l’Inter ha confermato l’impressione delle partite con Sassuolo e Torino: senza Brozovic il gioco scompare. Come già Barella quando è stato provato in regia, anche Calhanoglu davanti alla difesa ha dimostrato di non sapere fornire quel centinaio di palloni precisi che il croato invece garantisce sempre. Il turco è una mezzala e da mezzala ha giocato, toccando la palla una volta in più, cercando il passaggio verticale. Ma non è così che si fa. Inzaghi dovrebbe inventarsi qualcosa di meglio. La prima bella occasione l’ha avuta la Fiorentina con un tiro di Nico Gonzalez respinto da Handanovic. Ha risposto Terracciano fermando una gran botta di Dzeko. Nel finale di tempo, un gol in fuorigioco di Lautaro.

La ripresa è cominciata nel disordine, da una parte e dall’altra. La partenza dal basso della Viola si è tramutata a tratti pericoloso cincischio difensivo e l’Inter non ha guadagnato in coraggio. Prima una palla persa da Gonzalez si è trasformata in una bella occasione sprecata da Vidal. Poi è arrivata la rete di Torreira (che in uno scontro di gioco ha anche perso un incisivo), complice una dormita di D’Ambrosio. Quindi il pareggio dell’Inter, con cross di Perisic e incornata di Dumfries. L’ultimo vero brivido è arrivato al 20’ quando Chiffi ha prima assegnato un rigore per un contatto fra Lautaro e Venuti e poi lo ha annullato al Var. Nel finale i cambi di Inzaghi, ruolo per ruolo, non hanno cambiato la musica. Ora l’Inter, sempre più dipendente dai risultati degli altri, per sperare dovrà fare gli straordinari. Prima di scendere in campo, Alessandro Bastoni ha dato la sua spiegazione della frenata in campionato: “Abbiamo pensato troppo alla classifica in questi mesi e non è andata bene. Dobbiamo concentrarci di più su noi stessi e non pensare alla classifica. Se facciamo bene possiamo tornare in vetta”. Ci sono due settimane per raccogliere le idee e provarci. 

 Inter e Fiorentina 1-1 (0-0).
Inter (3-5-2): Handanovic; D’Ambrosio, Skriniar, S.Bastoni (35′ st Dimarco); Dumfries, Barella, Calhanoglu, A.Vidal (45′ st Caicedo), Perisic (35′ st Gosens); Dzeko (29′ st Sanchez), Lautaro (29′ st Correa).  All.: S.Inzaghi.
Fiorentina (4-3-3): Terracciano; Venuti, Milenkovic (46′ st Martinez Quarta), Igor, Biraghi; Castrovilli, Torreira, Duncan; N.Gonzalez (46′ st Callejon), Piatek (46′ st Cabral), Saponara (29′ st Ikoné). . All.: Italiano.
Arbitro: Chiffi di Padova.
Reti: nel st 5′ Torreira e 10′ Dumfries.
Angoli: 5-3 per l’Inter.
Recupero: 0′ e 4′.
Ammoniti: Milenkovic, Saponara e D’Ambrosio per gioco falloso.
Note: spettatori 54.998.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments