Inter, Dzeko e Zapata per dimenticare Lukaku. Juve, giorni decisivi per Locatelli

Ventitré giorni alla fine della sessione di calciomercato e, le società italiane, lavorano per completare le rose da mettere a disposizione dei propri allenatori.

Inter

Lukaku oggi arriverà a Londra, dove domani svolgerà le visite mediche per il Chelsea. Affare concluso nella giornata di ieri, per 115 milioni di euro. L’Inter già nella giornata di domani cercherà di chiudere per il suo erede: Duvan Zapata. L’Atalanta ha già dato il via libera all’operazione per una cifra vicina ai 40 milioni di euro, ma il mercato nerazzurro riguardante gli attaccanti non finirà con il colombiano. In questi giorni sono frenetici i contatti tra Marotta e Ausilio con il procuratore Lucci per Edin Dzeko. Il bosniaco è stato individuato da Simone Inzaghi come una pedina importante per rinforzare un reperto avanzato orfano della sua stella, Lukaku, passato al Chelsea. Un’operazione – quella di Dzeko – che la società nerazzurra sta cercando di far andare in porto riconoscendo alla Roma un indennizzo di 3 milioni. Nelle ultime ore, però, la società nerazzurra sta studiando la possibilità di arrivare al centravanti del Manchester United Martial: il francese potrebbe lasciare la Premier con la formula del prestito con obbligo di riscatto fissato a 40 milioni di euro, la stessa cifra che chiede Percassi per Zapata. I nerazzurri vorrebbero prendere Martial in prestito, ma lo United al momento non apre a questa formula. Con i soldi ricavati dalla cessione del belga, Marotta cercherà di chiudere l’operazione Nandez, in rotta con il Cagliari, e quella con il Psv per Denzel Dumfries esterno scelto dall’Inter per sostituire Hakimi. Pinamonti è richiesto dall’Empoli e deve dare una risposta, Nainggolan aspetta il Cagliari, mentre de Vrij spaventa, e non poco, Marotta: il difensore è in scadenza nel 2023, ma il ridimensionamento in atto dell’Inter potrebbe spingere l’olandese e, il suo procuratore Raiola, a chiedere la cessione. Dall’Inghilterra – il The Times – lancia l’indiscrezione di un accordo trovato tra il Tottenham e l’Inter per Lautaro Martinez: 70.5 milioni di euro più 6.5 di bonus, con l’argentino – per lui ingaggio da 11 milioni netti l’anno – che farebbe coppia con Kane nella prossima stagione. L’offerta c’è, da casa Inter piovono invece smentite sull’accordo tra Spurs e giocatore.

Edin Dzeko (agf)

Milan

Maldini e Massara lavorano per il trequartista da mettere a disposizione di Stefano Pioli. Vlasic è il sogno, ma il Csk Mosca chiede 25 milioni e, con il passare dei giorni, la candidatura di Josip Ilicic diventa quella principale. Lo sloveno ha chiesto di essere ceduto, Percassi vuole accontentarlo – chiedendo 6.5 milioni – e per questo motivo cercherà di andare incontro alle richieste del ragazzo.

Atalanta

La società bergamasca, dopo aver completato la cessione di Zapata all’Inter cercherà immediatamente il suo sostituto. Tammy Abraham del Chelsea è il nome che stuzzica il patron Percassi. I londinesi chiedono 40 milioni di euro, il calciatore ha già dato l’ok per un eventuale arrivo in Italia. Resta anche la candidatura di Belotti: il capitano del Torino è in rotta con il presidente Cairo. Il rinnovo stenta ad arrivare e i granata sono pronti a sacrificare il suo capitano per 25 milioni di euro.

Andrea Belotti (agf)

Juventus

Sono giorni decisivi per il ritorno di Pjanic a Torino. Il bosniaco è il centrocampista richiesto da Max Allegri per rinforzare il reparto centrale del campo. I contatti con il Barcellona proseguono da giorni. La Juventus vorrebbe prendere il calciatore a zero, ma i catalani vorrebbero almeno 8 milioni di euro. Pjanic ha detto sì alla Juventus, pronto a rinunciare qualcosa sull’ingaggio rispetto ai 6.5 milioni di euro netti a stagione che prende in Spagna. L’amichevole tra i bianconeri e il Barcellona servirà per dare un’accelerata all’operazione. Juventus e Sassuolo torneranno a parlare di Locatelli. Oggi scade la deadline del Sassuolo per la cessione del centrocampista, ma per i primi giorni della settimana prossima la Juventus conta di poter chiudere per l’ex Milan, anche se tra i due club ballano 10 milioni di euro tra domanda e offerta. Milenkovic piace ad Allegri, ma Commisso parte da una base d’asta di 25 milioni di euro. Cifra ritenuta troppo alta per un calciatore in scadenza giugno 2022.

Manuel Locatelli (agf)

Napoli

Sono giorni importanti per il futuro di Lorenzo Insigne: il capitano è tornato a disposizione con la squadra nel ritiro di Castel di Sangro. In settimana avverrà il tanto atteso faccia a faccia con De Laurentiis. Il futuro di Insigne è sempre più incerto, il contratto in scadenza nel 2022 non facilita la cosa, ma il presidente partenopeo è pronto ad andare incontro alle richieste del giocatore. Spalletti e i tifosi si augurano di poter avere buone notizie.

Lazio

Il ritiro della Lazio si è concluso ieri, con l’amichevole contro il Twente decisa da un gol di Immobile. Due giorni di riposo per la rosa prima di ritrovarsi a Formello per preparare il debutto contro l’Empoli in programma il 21 agosto. Sarri aspetta rinforzi: Basic e Kostic sono i due calciatori che la Lazio proverà a portare a Roma nei prossimi giorni. Basic è stato bloccato, per l’esterno serbo dell’Eintracht si cerca un club che tesseri Kamenovic. Il difensore mancino è extracomunitario e solo una sua eventuale partenza potrebbe sbloccare la trattativa Kostic. Correa piace in Premier e all’Inter, ma la valutazione di 30 milioni di euro fatta dal presidente Lotito frena l’interessamento di questi club. Marusic ha rinnovato fino al 2025.

Roma

Edin Dzeko è vicino a lasciare la Capitale per andare alla corte di Simone Inzaghi. L’accordo tra il bosniaco e l’Inter è stato trovato sulla formula di un biennale a 4.5 milioni. Manca l’accordo con la Roma, che vorrebbe – seppur poco – monetizzare la cessione del suo attaccante. La sua partenza potrebbe spalancare le porte ad Andrea Belotti. Il capitano del Torino è in uscita dal club granata e Mourinho è un suo grande estimatore, già dai tempi del Tottenham. Icardi è il sogno, contatti con Wanda Nara sono già avvenuti, ma la valutazione del Psg (40 milioni di euro) e l’ingaggio monstre dell’argentino complicano la trattativa.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime