Inter condannata alla perfezione da qui a maggio. Ma per lo scudetto potrebbe non bastare

Inter condannata alla perfezione da qui a maggio. Ma per lo scudetto potrebbe non bastare

I bonus sono finiti. Probabilmente lo erano già dopo il pareggio col Torino. Ora però è davvero evidente: l’Inter, dopo il pari con la Fiorentina, non può più permettersi di sbagliare nulla da qui alla fine del campionato. 

L’obbligo dei pieni punti (o quasi)

Per continuare a rincorrere speranze di scudetto dovrà battere la Juventus allo Stadium, impresa complessa per chiunque, e poi fare praticamente pieni punti con le otto avversarie successive, contro cui nel girone di andata ha raccolto 22 punti su 24: Verona, Spezia, Roma, Udinese, Empoli, Cagliari, Sampdoria (unico pareggio nella serie) e Bologna. In pratica, non riuscendo a vincere contro una Viola arrembante ma fragile in difesa, l’Inter si è condannata alla perfezione da qui alla fine della stagione, se vuole tenere vivo il sogno del ventesimo tricolore con conseguente seconda stella sulle maglie. E al contempo deve sperare in passi falsi da parte di Milan e Napoli, che la precedono rispettivamente a 6 e 3 punti, in attesa del recupero della gara a Bologna non giocata lo scorso 6 gennaio.

Ritrovare Brozovic

La sfida del 3 aprile con la Juventus arriverà dopo la pausa delle nazionali. Per l’Inter è una buona cosa per due ragioni. La prima: il ritorno in squadra dopo l’infortunio al polpaccio di Marcelo Brozovic, che si è dimostrato insostituibile anche oltre ogni ragionevole previsione. Tanto Barella contro il Sassuolo quanto Vecino col Toro e Calhanoglu con la Viola lo hanno fatto rimpiangere. La seconda ragione: i giocatori nerazzurri, impegnati con le proprie nazionali, potrebbero ritrovare un po’ di quella leggerezza nell’approccio che era il segreto della squadra prima di Natale e che è stata spazzata via dalla doppietta di Giroud che ha ribaltato a favore del Milan il derby di campionato lo scorso 5 febbraio. Da allora l’Inter ha fatto sette punti in sette partite. Meno del Genoa di Blessin.

Prima la Juve poi il Milan in Coppa

La sfida con la Juventus porta con sé anche un’enorme insidia per l’Inter. Se i bianconeri dovessero vincere oggi con la Salernitana, a Torino avranno poi la possibilità di superare i nerazzurri in classifica, in attesa del recupero della gara di Bologna mai giocata. Sarebbe un colpo durissimo, paragonabile a quello subito nel derby. E a quel punto, per salvare la stagione, proprio a un derby dovrebbero attaccarsi Simone Inzaghi e i suoi giocatori: il ritorno della semifinale di Coppa Italia di fine aprile, che i nerazzurri affronteranno da padroni di casa. Uno svantaggio, dopo lo 0-0 dell’andata: visto che ancora vale la regola della rete in trasferta che vale doppio, in caso di pari con gol avrà la meglio il Milan. E chi passerà il turno, fra nerazzurri e rossoneri, potrebbe trarre una preziosa spinta nel morale anche in ottica campionato.

Una rosa da aggiustare

A frenare l’Inter nelle ultime sette gare, in cui l’unica vittoria è stata quella contro la Salernitana, è stata senz’altro la stanchezza, più mentale che fisica. Il mercato di gennaio si è rivelato col senno di poi poco incisivo: l’inserimento di Gosens sta avvenendo gradualmente e Caicedo non sembra migliore del giocatore bolso e rallentato che è stato fischiato a Genova nei mesi scorsi. La fronda in spogliatoio di Sanchez e Vidal, lamentosi e convinti di meritare più minuti in campo, di certo non ha aiutato. Poi è arrivata l’assenza di Brozovic, che ha messo a nudo due questioni differenti. La prima è l’incapacità di Simone Inzaghi di trovare una soluzione alternativa altrettanto valida. La seconda, strettamente collegata, è di rosa. I nerazzurri hanno cominciato la stagione in corso con sei mezzali (Barella, Calhanoglu, Vidal, Vecino e Sensi, che ha poi salutato) e il solo regista croato. Una sproporzione che, comunque finirà la stagione, andrà mitigata nel prossimo mercato estivo. Un vice Brozovic serve da tempo, forse è arrivato il momento di portarlo alla Pinetina

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments