Inter, c’è l’accordo con Zapata, manca con l’Atalanta. Il Barça apre alla Juve per Pjanic. Napoli sull’argentino Senesi

Il tempo stringe alla chiusura del calciomercato: quindici giorni di lavoro duro per i direttori sportivi delle squadre italiane e non solo. Inter in pressing totale su Zapata, con Correa piano B. La Juventus deve chiudere Locatelli. Pjanic e Coutinho non convocati nella prima del Barcellona in Liga. E Spalletti chiede rinforzi.

Inter, obiettivo Zapata

Con l’arrivo di Edin Dzeko dalla Roma, l’Inter è alla ricerca della seconda punta – in ordine numerico e non per forza di ruolo – da regalare a Simone Inzaghi, prima dell’inizio del campionato in programma il prossimo 21 agosto alle ore 18.30, a Milano contro il Genoa. La società nerazzurra cercherà nelle prossime 24-48 ore di strappare il sì dell’Atalanta per Duvan Zapata. Il colombiano spinge – tramite il suo procuratore – con la società atalantina per il trasferimento all’Inter, che a 30 anni lui considera una grande occasione per la sua carriera: l’accordo con il calciatore è stato raggiunto, manca quello tra Marotta e Percassi. Il presidente bergamasco, per far partire la sua punta di diamante, ha chiesto 40 milioni di euro. Marotta parte da una base fissa di 30 milioni, al quale aggiungerebbe 5-6 milioni di bonus. L’Atalanta, però, resiste sulle modalità di pagamento e le garanzie bancarie. Altro problema: a una settimana dall’inizio della stagione e a due dalla chiusura della sessione estiva di calciomercato, sostituire un calciatore come Zapata sarebbe molto difficile. Abraham è stato trattato, il calciatore però ha preferito la Roma. Belotti piace al tecnico ma non convince la società. L’Inter ha provato a inserire nella trattativa il cartellino di Pinamonti – conteso tra Empoli e Verona – ma l’Atalanta ha rifiutato la contropartita tecnica. Inzaghi aspetta e nel frattempo continua a chiedere alla dirigenza nerazzurra il “Tucu” Correa: l’argentino della Lazio è il piano B, ma se l’Inter non dovesse riuscire a chiudere entro la metà di questa settimana per Zapata, a quel punto Correa diventerebbe il piano A. Scamacca e Kean sono stati proposti a Marotta, al momento non scaldano i cuori della dirigenza nerazzurra. Interessa invece Jovic, che il Real Madrid è disposto a prestare con semplice diritto di riscatto: è in corsa. Capitolo Nandez: il centrocampista vuole solo l’Inter, nonostante diverse offerte arrivate dalla Premier. Il Cagliari non apre al prestito con diritto di riscatto, Marotta dovrà fare uno sforzo: comunque la priorità, adesso, è l’attaccante. 

Juventus, apertura importante dal Barcellona per Pjanic

Locatelli si avvicina alla Juventus: l’accordo tra i due club è stato trovato, tuttavia alcune richieste del Sassuolo stanno rallentando l’operazione. Il centrocampista italiano, con tanta fatica, alla fine vestirà la maglia bianconera: ad Agnelli è stato chiesto un ulteriore  sforzo, che arriverà nelle prossime ore. Dopo Locatelli, la società bianconera si concentrerà su Pjanic: il bosniaco – proprio come Coutinho, proposto alla Lazio dal suo entourage – non è stato convocato per la prima gara del Barcellona in campionato. Il calciatore  e la Juventus sono pronti a un sacrificio per riabbracciarsi, ma serve l’aiuto del Barcellona. I catalani vorrebbero monetizzare per Pjanic, senza aprire a un trasferimento a parametro zero. L’entourage dell’ex Roma, invece, lavora proprio per liberare il calciatore senza costi del cartellino per la Juve, in modo da mettere Pjanic subito a disposizione di Allegri.

Napoli, Spalletti chiede rinforzi: Hincapié vola in Germania

L’ottimo pre-campionato del Napoli di Luciano Spalletti non ha distolto l’attenzione del tecnico e dei tifosi sul mercato. L’allenatore toscano, a una settimana dall’inizio della stagione, ha chiesto al ds Giuntoli due calciatori: un terzino sinistro, al posto di Mario Rui, e un centrocampista centrale al posto dell’infortunato Demme. De Laurentiis, alle prese con l’indice di liquidità, cercherà in tutti i modi di accontentare Spalletti, anche se le difficoltà sono tante. Emerson Palmieri del Chelsea il profilo indicato dal tecnico: il laterale italo-brasiliano ha espresso gradimento per un eventuale arrivo a Napoli, alla corte dell’allenatore che lo lanciò ai tempi della Roma. Il Chelsea spara alto (20 milioni di euro) e difficilmente, a questo prezzo, la dirigenza partenopea potrà accontentare Spalletti. Il difensore Hincapié,  seguito a lungo da Giuntoli, giocherà nel Bayer Leverkusen: il  classe 2002 è atteso nella giornata di domani in Germania, per sottoporsi alle visite mediche. Se Manolas accetterà l’offerta dell’Olympiacos, il Napoli andrà all’assalto di Senesi del Feyenoord. 

Psg, Mbappé vuole il Real, Al-Khelaïfi fa muro

L’arrivo di Messi al Psg ha cambiato le carte in tavola per il rinnovo di Mbappé. Il contratto dell’asso francese scadrà nel 2022 e Florentino Perez ha già iniziato i primi colloqui esplorativi con il procuratore dell’attaccante. Il Real Madrid è pronto a prendere subito Mbappé – 100 milioni di euro l’offerta fatta dal Real e per ora rifiutata dal Psg – ma la posizione perentoria presa dal presidente del club parigino complica l’affare. Al-Khelaïfi proverà in ogni modo a convicere il suo fuoriclasse a rinnovare, ma più che una questione di soldi – anche se il ragazzo vorrebbe lo stesso stipendio di Messi – è una scelta legata alle ambizioni del fuoriclasse ex Monaco. Mbappé – insieme al suo entourage – è convinto che il campionato francese, nonostante l’arrivo dello stesso Messi – sia più “limitato” della Liga per le sue prospettive. Il Real Madrid progetta il colpo, non a caso il giocatore ha chiesto un colloquio al presidente del Psg per favorire la cessione. Se Mbappé dovesse volare in Spagna, i parigini – non nel suo ruolo – sono pronti a rispondere con un altro pezzo da novanta: Paul Pogba del Manchester United, con il contratto in scadenza – proprio come Mbappé – nel 2022.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime