Il Bayern cala un altro poker, il Dormund resta in scia

A suon di gol il Bayern conserva la vetta solitaria della Bundesliga. Dopo il 5-1 al Leverkusen e il 4-0 al Benfica in Champions travolge (4-0) anche l’Hoffeneim e mantiene un punto di vantaggio sul Borussia Dortmund, passato 3-1 a Bielefeld contro l’Arminia. I campioni di Germania, a segno per l’85/a gara ufficiale di fila, non hanno avuto problemi a superare gli uomini di Hoeness. Gnabry si è visto annullare un gol dal Var dopo 8′ ma già al 16′ si è rifatto andando a segno su assist di Musiala. Al 30′ è arrivato il raddoppio, firmato dal solito Lewandowski, al 17° centro stagionale. Poi, nel finale, hanno completato la festa i subentrati Choupo-Moting e Coman.

<< La classifica di Bundesliga >>

Il Dortmund si riscatta a Bielefeld

Tenuto alle spalle il Dortmund che, pur privo dell’infortunato Haaland, si è rifatto della pesante sconfitta incassata ad Amsterdam con l’Ajax strappando a Bielefeld una vittoria convincente. A rompere l’equilibrio ha pensato l’ex juventino Emre Can trasformando un rigore al 31′. Il Borussia si è sciolto e, prima della fine del tempo, ha raddoppiato con Hummels. Nella ripresa, al 72′, è arrivato il tris firmato da Bellingham su assist di Reus. Poi, nel finale, l’Arminia è riuscito a rendere meno pesante il passivo grazie a un rigoe di Klos.

Continua a stupire il Friburgo, vince il Lipsia

Alle spalle delle prime due, in attesa di vedere cosa farà (domenica ore 15.30), il Leverkusen a Colonia, resta da solo il sempre più sorprendente Friburgo, che resta a -3 dalla vetta grazie al bel successo per 0-2 a Wolfsburg firmato da Lienhart (28′) e Hoeler (68′). In ottica Champions conquista tre punti preziosi il Lipsia che approfitta del calendario e batte (4-1) il fanalino di coda Greuther Furth, giunto alla settima sconfitta di fila. Il successo, però, è stato meno agevole di quanto non dica il punteggio finale. Sotto 0-1, gelati da un rigore di Hrgota al 45′, gli uomini di Marsch hanno avuto bisogno di una grande ripresa per rispettare il pronostico. Nel giro di 8′ hanno ribaltato il risultato Poulsen (46′) e poi Forsberg su rigore (53′). Quindi Szoboszlai al 65′ ha messo al sicuro il risultato e nel finale (88′) ha fornito a Novoa l’assist per il definitivo 4-1.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime