Il bambino e il mito: la 10 del Barcellona da Messi al baby Ansu Fati

Un’eredità pesante, anzi pesantissima. Dopo tanti anni sopra il numero 10 della maglia del Barcellona non ci sarà scritto Messi, ma Ansu Fati. Il club ha scelto: il peso della maglia che per più di un decennio è stato sulle spalle di uno dei migliori giocatori della storia del calcio e del club, dovrà portalo il 18enne talento, prodotto della cantera, fermo da quasi un anno per un infortunio.

L’orgoglio della Cantera

Un’investitura ufficializzata sui profili social del club, con Ansu Fati che prima esibisce una maglia del Barcellona senza nome e numero, con il 10 che compare nell’arco di qualche secondo. “Il nostro nuovo numero 10” è il claim scelto dal Barcellona per annunciare la scelta. Con un dettaglio che non passa inosservato: “Made in La Masia”, il settore giovanile del club catalano. Guineano naturalizzato spagnolo, nato il 31 ottobre 2002, è considerato uno dei giocatori più promettenti della squadra. Ora una scelta che ‘obbliga’ l’esterno offensivo – che nel settore giovanile ha vestito la 11, la 17 e la 18 per passare al 31 e al 22 in prima squadra – a dimostrare il suo valore dopo un’annata complicata a causa degli infortuni.

La doppia operazione al menisco

Operato a novembre 2020 al menisco interno del ginocchio sinistro, è tornato sotto i ferri a maggio. Una stagione chiusa con 10 presenze, 7 in Liga e 3 in Champions League, per un totale di 596 minuti in cui ha messo a referto 5 gol (di cui uno nel Clasico contro il Real Madrid) e 2 assist. Nonostante abbia soltanto 18 anni, Ansu Fati ha già collezionato 43 presenze in prima squadra, segnando 13 gol (11 in campionato e 2 in Champions). Infortuni permettendo, la numero 10 blaugrana sembra già in buone mani.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime