Genoa-Sassuolo, Ballardini: ”Futuro? Non decido io”. Dionisi: ”Risultato bugiardo”

Bicchiere mezzo pieno per Ballardini, decisamente mezzo vuoto per Dionisi. Dopo Genoa-Sassuolo, finita 2-2 con la rimonta rossoblù, il punto di Marassi viene inevitabilmente accolto con umore diverso dai due allenatori.

Ballardini: “Orgoglioso della squadra”

“Sono molto orgoglioso dei miei ragazzi, ci tengono e siamo felici della reazione contro una squadra di grande spessore. Nella prima mezzora non riuscivamo a mantenere le distanze, giocavo troppo liberi gli avversari e noi rincorrevamo. Ci siamo messi a posto e la partita è cambiata. Tutta la squadra ha fatto bene. Bisogna avere questo spirito e questo entusiasmo, con questa qualità e generosità si ha il dovere di andare avanti”, questo il commento di Davide Ballardini, che poi parla del proprio futuro: “Non decido io. So bene che ci sono, nonostante ciò la squadra e i calciatori stanno dando tantissimo e io non posso fare altro che ringraziarli”.

Criscito: “Abbiamo cuore e qualità”

Arriva anche il commento di Criscito: “Mi sento bene, sono contento della prestazione e della reazione ma solo dopo il 2-0. L’ennesima rimonta dopo Cagliari e Verona, abbiamo cuore e qualità, peccato non metterle dall’inizio quando siamo entrati in campo molli, il Sassuolo ha ottimi giocatori in avanti, qualità nel palleggio e ne ha approfittato. Noi dobbiamo ringraziare i nostri tifosi, sono stati fantastici oggi, ci hanno sostenuto nelle difficoltà e li ringrazieremo sempre”.

Dionisi: “Risultato bugiardo”

Poco soddisfatto il tecnico del Sassuolo, Alessio Dionisi, con la vittoria sfumata proprio nel finale: “Forse abbiamo commesso l’errore pensando che la partita fosse in sicurezza, dovevamo schiacciare sull’acceleratore. Loro sono stati bravi a crederci, la sensazione era di essere padroni del campo ma è un errore che abbiamo commesso. Nel secondo tempo è stata un’altra partita, noi ci siamo abbassati e loro attaccavano sotto la loro curva. Dovevamo continuare a giocare, è subentrata anche un po’ di stanchezza. Peccato perché il risultato non è all’altezza di ciò che si è visto in campo”. Poi un messaggio di umiltà: “Prendo tutte le cose positive e le negative le tengo per me, ma bisogna fare mea culpa, io per primo”. Sulle scelte in attacco: “L’obiettivo è far giocare Scamacca e Raspadori insieme, forse ora Giacomo ha qualità per stare più sotto punta, avendo meno fisicità per giocare da prima punta – dice Dionisi – Gianluca non si è emozionato contro la sua ex squadra, alla prima da titolare, in settimana sta crescendo e oggi ha giocato per merito, poi spero nel recupero di Boga e Traore’ e dalla prossima di poter fare delle scelte”.

Scamacca: “Dura segnare al Genoa”

Proprio Scamacca commenta la sua doppietta: “Ho tanto lavoro da fare, questa era una partita importante. Abbiamo fatto una grande prova, peccato per il pareggio. L’attaccante moderno lega il gioco, avevo bisogno di fare una prestazione importante e speravo nei tre punti. La prova è stata buona, ci rimane un po’ di amaro in bocca. E’ stata dura segnare contro il Genoa, ho portato rispetto a chi mi ha dato tanto e qui ho lasciato un pezzo di cuore”. La legge dell’ex.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime