Genoa-Sassuolo 2-2: doppietta dell’ex Scamacca, ma nel finale Vasquez salva i liguri

Gol e spettacolo a Marassi da dove non escono né vincitori né vinti: Genoa-Sassuolo finisce 2-2, un pareggio che lascia l’amaro in bocca agli ospiti, avanti di due gol grazie alla doppietta dell’ex Scamacca, ma raggiunti nel finale dal difensore messicano Vasquez (all’esordio in Italia) dopo che lo scatenato Destro aveva accorciato le distanze.

<< La cronaca della gara >>

Scamacca, la legge dell’ex

Ballardini punta sull’esperienza di Pandev al fianco di Destro, mentre Dionisi risponde lanciando per la prima volta da titolare il grande ex Scamacca, lo scorso anno 12 reti con il Grifone. Ed è proprio l’attaccante neroverde il grande protagonista del primo tempo: prima si vede annullare dal Var un gol per fuorigioco millimetrico, poi però, tra il 17′ ed il 21′, approfittando di una difesa rossoblù praticamente immobile, si riscatta alla grande con una doppietta (senza esultare) che lascia attonito il pubblico genoano.

Destro rompe il tabù

La reazione dei padroni di casa è tutta sulla testa di Destro, che al 27′ accorcia le distanze con una precisa incornata su cross dalla sinistra di Fares. Il gol è una liberazione per il Genoa che era l’unica squadra in Europa a non aver ancora segnato una rete nei primi tempi. Un’azione fotocopia avviene dopo la mezzora con il teorico pareggio ancora di Destro, ma stavolta l’ex attaccante di Roma e Milan era in off-side. Nel frattempo Ballardini era corso ai ripari inserendo Ekuban al posto di Sabelli, ma proprio nel finale di frazione Djuricic sfiora il 3-1 con un tiro a botta sicura che Sirigu devia sul palo. Primo tempo non adatto ai deboli di cuore.

Vasquez riacciuffa gli emiliani

Nella ripresa passano pochi secondi e il Sassuolo avrebbe l’occasione di calare il tris, ma Scamacca sciupa il tap-ìn da pochi passi. L’ingresso di Kallon scuote i rossoblù che, spinti dal proprio pubblico, non smettono di crederci. Sono però ancora i neroverdi a sfiorare la rete con Kiriakopoulos che batte Sirigu, ma in posizione irregolare. Sembra fatta per gli ospiti, ma proprio nel finale da un calcio d’angolo di Rovella l’uomo che non ti aspetti, il difensore messicano Johan Vasquez, nel giorno del suo esordio in Serie A, supera di testa Consigli trovando il definitivo 2-2. Un pareggio spettacolare che permette ai due tecnici Ballardini e Dionisi, le cui panchine alla vigilia non erano così solide, di muovere la classifica. Il bicchiere però lo vede decisamente mezzo pieno il Genoa.

GENOA-SASSUOLO 2-2 (1-2)

Genoa (3-5-2): Sirigu, Biraschi (5′ st Cambiaso), Vasquez, Criscito, Sabelli (32′ pt Ekuban), Touré (31′ st Behrami), Badelj (1′ st Kallon), Rovella, Fares, Pandev (31′ st Caicedo), Destro. (1 Semper, 22 Marchetti, 5 Masiello, 10 Melegoni, 18 Ghiglione, 27 Sturaro, 90 Portanova). All.: Ballardini.

Sassuolo (4-2-3-1): Consigli, Toljan, Chiriches, Ferrari, Rogerio, Frattesi, Lopez 846′ st Goldaniga), Berardi 846′ st Magnanelli), Raspadori (16′ st Harroui), Djuricic (29′ st Kyriakopoulos), Scamacca (28′ st Defrel). (24 Satalino, 56 Pegolo, 13 Peluso, 17 Muldur, 97 Henrique). All.: Dionisi.

Arbitro: Chiffi di Padova.

Reti: Scamacca al 17′ e 21′, Destro al 27′ e Vasquez all’89.

Angoli: 6 a 1 per il Genoa.

Ammoniti: Frattesi, Biraschi, Chiriches, Harroui, Toljan, Destro e Sturaro (in panchina).

Recupero: 4′ e 5′.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x