Genoa-Empoli 0-0: sesto pareggio di fila per i rossoblù, la salvezza si allontana

Genoa-Empoli 0-0: sesto pareggio di fila per i rossoblù, la salvezza si allontana

GENOVA –  Aveva un disperato bisogno di un successo il Genoa per alimentare le proprie speranze di rincorsa salvezza, e in effetti ci ha provato in tutti i modi, ma ancora una volta i rossoblù pagano dazio alla cronica difficoltà a trovare la via della rete. Finisce 0-0 infatti il “lunch time match” con l’Empoli al ‘Ferraris’, sesto pareggio di fila per il Grifone (14esima gara su 28 disputate senza segnare, un dato eloquente), che rimane al penultimo posto, con 18 punti, a -7 dal Cagliari quartultimo. Tornano a muovere la classifica dopo due battute d’arresto, invece, i toscani, magari un po’ meno brillanti del solito per badare più alla sostanza (specie nella ripresa), così da cogliere quel risultato utile che volevano, portandosi a quota 31, a debita distanza dalla zona più calda del campionato.

<< La cronaca della partita >>

Asslani salva sulla linea su Oestigaard

La prima chance dell’incontro è proprio per gli uomini di Andreazzoli, vicini al vantaggio all’8′ quando Bajrami calcia alta di poco una punizione dal limite. Lo stesso numero 10 ospite impegna severamente Sirigu due minuti più tardi, con il portiere della Nazionale, colto in controtempo, che respinge con qualche affanno una conclusione potente ma centrale. Dalla parte opposta è  Oestigaard di testa a mettere i brividi all’Empoli, con Asllani a salvare sulla linea a portiere battuto. Poi ci prova Maksimovic, sempre di testa sugli sviluppi di un corner, ma il suo tentativo termina alto di poco.

Portanova trattenuto in area: proteste Genoa

La partita è intensa e a metà frazione sono ancora i locali ad andare vicini alla rete con Portanova, che in mischia calcia trovando però l’opposizione di Vicario. Al 35′ episodio da rivedere nell’area di rigore toscana: lo scatenato Portanova ruba il tempo ai difensori empolesi ma da dietro Benassi lo trattiene per la maglia, Aureliano è a due passi e fa ampi cenni di proseguire non ravvisando gli estremi per il penalty nonostante le vibranti proteste genoane, che portano anche al cartellino giallo per il tecnico Blessin.

Vicario e la traversa negano il gol a Portanova

Il Grifone rientra dagli spogliatoi con un piglio diverso, ben più determinato per sbloccare il risultato. Dopo una decina di minuti Portanova dalla sinistra si accentra e scarica di destro un diagonale potente e preciso, solo un gran riflesso di Vicario con l’aiuto della traversa nega il primo gol in serie A al 21enne centrocampista offensivo. Immediatamente dopo Blessin si gioca la carta Destro, accolto con un boato dalla curva dei ttifosi rossoblù. L’Empoli si fa schiacciare e prima del quarto d’ora è Vasquez a colpire male di sinistro dall’interno dell’area, da buona posizione. Andreazzoli prova a correre ai ripari con un doppio cambio inserendo Henderson e Bandinelli, con contemporanea contromossa della panchina locale (dentro Amiri e Rovella) in un interessante partita a scacchi anche dal punto di vista tattico.

Sirigu attento su Bandinelli

Il forcing dei padroni di casa mette alle corde gli avversari (sinistro a giro alto di Gudmundsson al 66′, come pure il colpo di testa di Destro), che però di rimessa si rendono all’improvviso pericolosi. Pinamonti lavora un buon pallone, scarico all’indietro per Bandinelli e secco sinistro dai venti metri, sul quale Sirigu deve allungarsi per respingere.

Destro ci prova ma non sblocca la gara

Il Grifone spinge, costruisce tanto ma non sfonda. All’80’, sullo spiovente dalla destra di Hefti, è Destro ad anticipare tutti a centro area ma di testa non angola a sufficienza e Vicario para. Dopo un tentativo aereo di Luperto che in pieno recupero non inquadra lo specchio, il finale è ad alto tasso adrenalinico, ma l’ultimo assalto genoano sfuma su un decisivo anticipo di Tonelli ai danni di Destro appostato sotto misura. L’Empoli ritrova qualche certezza sulla sua quadratura di squadra e può guardare con fiducia alla prossima sfida esterna con il Milan, mentre i rossoblù sabato renderanno visita all’Atalanta.

GENOA – EMPOLI  0-0 (0-0)
GENOA (4-2-3-1):
Sirigu; Hefti, Maksimovic, Ostigard, Vasquez; Sturaro, Badelj; Gudmundsson, Melegoni (17′ st Amiri), Portanova (17′ st Rovella); Yeboah (11′ st Destro). (1 Semper, 22 Marchetti, 13 Bani, 16 Calafiori,18 Ghiglione, 32 Frendrup, 33 Hernani, 91 Kallon, 99 Galdames). All.: Blessin.
EMPOLI (4-3-2-1): Vicario; Stojanovic, Romagnoli, Luperto, Parisi; Zurkowski (28′ st Tonelli), Asslani (28′ st Stulac), Benassi (17′ st Bandinelli); Bajrami (17′ st Henderson), Verre (7′ st La Mantia); Pinamonti. (1 Ujkani, 22 Furlan, 8, 42 Viti, 20 Fiamozzi, 21 Cacace, 9 Cutrone, 11 Di Francesco). All. Andreazzoli.
ARBITRO: Aureliano di Bologna.
AMMONITI: Verre (E), Sturaro (G), Luperto (E), Yeboah (G), Portanova (G), Bandinelli (E) per gioco falloso, Rovella (G) per comportamento non regolamentare, Blessin (allenatore Genoa) per proteste.
ANGOLI: 5-1 per il Genoa.
RECUPERO: pt 1′, st 5′.
SPETTATORI: 14.935 per un incasso di euro 146.224.

Genoa-Empoli 0-0: sesto pareggio di fila per i rossoblù, la salvezza si allontanaFonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments