Genoa-Cagliari 1-0, Badelj allo scadere infiamma la corsa salvezza

Genoa-Cagliari 1-0, Badelj allo scadere infiamma la corsa salvezza

GENOVA – Una frazione di secondo che può valere una stagione. Il gol non è mai stato il mestiere di Milan Badelj, ma l’urgenza aguzza l’ingegno e l’incrocio con il Cagliari sorride improvvisamente al Genoa, che fa pendere la bilancia dalla propria parte all’89esimo di una partita in cui la formazione di Mazzarri aveva dimostrato di essere non solo sul pezzo, ma anche meritevole del vantaggio. Orwell sosteneva che lo sport fosse un combattimento simulato, una guerra senza gli spari: e alla fine Joao Pedro e compagni rimangono a terra, disperati, al triplice fischio di Valeri.

<<La cronaca della gara>>

Una zona salvezza bollente

Adesso la classifica è un rebus difficile da risolvere: la Salernitana è più viva che mai, a quota 25 (con una gara in meno, il recupero col Venezia) proprio come questo Genoa che segna poco ma riesce spesso a fare muro davanti a Sirigu. Il Cagliari è tre passi più avanti, a 28, ma tra due giornate è atteso in quello che, al momento, è forse il campo più rovente, l’Arechi di Salerno. E già tra sette giorni il campionato potrebbe vivere un’altra svolta decisiva, perché il Genoa arriverà alla stracittadina con la Sampdoria con il morale alle stelle, mentre dall’altra parte c’è una squadra in crisi nera che, con 30 punti in classifica, rischia di diventare una candidata forte per la retrocessione alla luce di un calendario da incubo. Lo Spezia, a 33, sembra al sicuro. Ma tutto è in divenire.

Meglio il Cagliari

Il primo tempo è bloccato come può esserlo solo una partita dal peso specifico incalcolabile. Le gambe viaggiano senza troppo costrutto, arginate dalla paura. Blessin si affida a Ekuban da centravanti, il movimento e l’impegno non mancano ma di palloni giocabili ne arrivano pochi, perché Ceppitelli e Altare si dimostrano sempre attenti sugli inviti dalle corsie. L’unica mezza chance del primo tempo è un destro di Amiri nato da una gestione folle di Dalbert, divorato dalla pressione di Sturaro: cross per Ekuban sul quale interviene in maniera decisiva Altare, il tedesco calcia al volo e sfiora il palo alla destra di Cragno. Blessin butta dentro Destro all’intervallo lasciando fuori proprio Amiri, in avvio di ripresa il Cagliari è trasformato. Un break di Marin scatena una ripartenza conclusa meravigliosamente da Joao Pedro, il cui destro si schianta sul palo a Sirigu battuto. La coppia leggera con Keita funziona, l’occasione più grande capita a metà frazione. Il senegalese va via a Ostigard che rischia tutto con un intervento in scivolata, l’ex Samp prende bene il tempo e calcia d’esterno destro, Sirigu risponde presente e smanaccia via. La sfera rimane in area, Marin si gira in un fazzoletto e pennella verso l’incrocio dei pali: Marassi trattiene il fiato e il pallone esce.

Un finale da brividi

Blessin cerca un po’ di fantasia: Gudmundsson e Melegoni per Portanova ed Ekuban sono chiamati a mettere scompiglio sulle corsie, andando alla ricerca dell’uno contro uno quando possibile. Mazzarri invece dalla panchina pesca carte potenzialmente pesanti: non solo Rog e Pavoletti, ma anche Nandez. Proprio Rog spaventa Sirigu con una conclusione sull’esterno della rete. Si entra nei 5′ finali e il Cagliari sembra la squadra che ne ha di più. Ma il calcio è un mistero, e alla fine l’unica cosa che conta è il pallone che finisce in fondo al sacco. Mischia furibonda nell’area del Cagliari, la sfera non ha padrone per dei secondi che sembrano infiniti. Finché Badelj, il più lucido nel marasma, lo raccoglie, se lo porta sul destro e va a pescare l’angolo basso, lì dove Cragno non può arrivare. Il Ferraris ribolle. Sabato, alle 18, sarà qualcosa di incredibile.

GENOA-CAGLIARI 1-0 (0-0)
Genoa (4-2-3-1): Sirigu; Frendrup, Bani, Ostigard, Vasquez; Sturaro (36′ st Yeboah), Badelj; Galdames, Amiri (1′ st Destro), Portanova (14′ st Gudmundsson); Ekuban (14′ st Melegoni, 48′ st Hernani). All.: Blessin
Cagliari (3-5-2): Cragno: Altare, Ceppitelli (37′ st Walukiewicz), Carboni; Bellanova (37′ st Nandez), Marin, Grassi (32′ st Rog), Deiola, Dalbert; Keita (27′ st Pavoletti), Joao Pedro. All.: Mazzarri
Arbitro: Valeri di Roma
Rete: 44′ st Badelj
Ammoniti: Joao Pedro, Grassi, Destro, Sturaro, Frendrup?Recupero: 1′ e 4′

Genoa-Cagliari 1-0, Badelj allo scadere infiamma la corsa salvezzaFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments