Genoa, Alberto Zangrillo presidente: c’è l’offerta di 777 Partners

GENOVA – E’ sicuramente un candidato forte, potrebbe essere definito in pole position, anche perché, figura autorevole e ben conosciuta a livello nazionale, il suo nome metterebbe d’accordo tutti, tifosi compresi. Alberto Zangrillo, 63 anni, tifoso rossoblù da sempre, potrebbe essere il presidente del nuovo Genoa americano, al posto di Enrico Preziosi, una volta che sarà effettuato il closing.

Sicuramente gli è stato proposto, Zangrillo ha preso tempo, vuole valutare, rifletterci bene, ma non ha detto no e intanto contro il Sassuolo, nella partita giocata ieri a Marassi e finita due a due, con pareggio genoano nel finale grazie al messicano Vasquez, è andato allo stadio e ha visto l’incontro al fianco di Andres Blazquez, spagnolo, intermediario nella trattativa che ha portato al passaggio di proprietà, uno dei manager di 777 Partners, la holding che sta per acquisire l’intera proprietà del club più antico d’Italia. Zangrillo è un professore universitario e primario all’ospedale San Raffaele di Milano, oltre a essere da tanti anni il medico personale di Silvio Berlusconi. Non ha mai nascosto la sua grande passione per il Genoa. E il calcio è comunque un mondo che lo affascina. Interpellato sull’argomento non ha voluto fare commenti, non sbilanciandosi nemmeno con gli amici più cari, quelli con cui abitualmente condivide il proprio tifo.

D’altra parte sin dal momento in cui gli americani hanno comunicato il loro ingresso nel Genoa, hanno fatto trapelare l’intenzione di trovare una figura, di provata fede genoana, che potesse ricoprire il ruolo di presidente e fosse persona nota in città. Zangrillo possiede questi requisiti ed è impressione comune che possa sbaragliare l’eventuale concorrenza.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime