Fiorentina, Italiano: “Sognare è lecito ma serve continuità”

LA SPEZIA – “Sognare è lecito, ma in questo momento anche durante le partite non riusciamo a essere continui”. Vincenzo Italiano chiede più continuità alla sua Fiorentina: “La classifica è bella, il campionato è ancora lungo. Dobbiamo cercare di crescere, purtroppo se non siamo continui non possiamo tenere il passo delle grandi. Io sono convinto che questa squadra, anche senza Vlahovic, continuerà a macinare gioco e lo stiamo dimostrando. Siamo bravi a reagire, a ripartire: dobbiamo cercare di avere più costanza, se ci riusciremo, potremo ambire a qualcosa di importante”.

Una buona prova

A Italiano è piaciuta la Fiorentina vista al Picco: “Oggi abbiamo fatto un’ottima gara, concedendo due conclusioni allo Spezia, che era in serie positiva: ci è mancato un po’ l’ultimo passaggio. Abbiamo creato tanto, penso sia stato giusto arrivare a vincerla nel finale: l’errore poteva macchiare una grande partita di Amrabat, il gol lo premia per la buonissima prestazione. Uno come lui avrebbe dovuto percepire il pericolo sull’azione della rete di Agudelo, noi lavoriamo tanto per coinvolgere il portiere e avrebbe dovuto farlo in quell’occasione”. La nota negativa è l’accoglienza ricevuta dai tifosi dello Spezia: “Non sono la persona che dicono. Ho chiesto scusa, ho sbagliato sotto il profilo della comunicazione e fatto degli errori che non commetterò mai più. Non ho niente da aggiungere”. La chiusura è sugli attaccanti arrivati a gennaio: “Piatek è arrivato 15 giorni prima di Arthur ed è avanti con gli allenamenti, ha già giocato in Italia, conosce bene l’intensità e le difficoltà. Cabral dentro l’area è sveglio e scaltro, diamogli tempo. Anche Ikoné è arrivato da poco. Cresceranno, le qualità ci sono”.

Fiorentina, Italiano: "Sognare è lecito ma serve continuità"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments