Fiorentina, Italiano: “Siamo in crescita, l’asticella ora si alza”

Se l’Atalanta è in silenzio stampa dopo la sconfitta per 1-0 con la Fiorentina, esulta invece Vincenzo Italiano, tecnico dei viola che ora punta decisamente a un posto in Europa. Champions o meno, lo dirà il campionato. “Non voglio nominare alcuna coppa, più punti facciamo e più soddisfazioni possiamo toglierci”, le parole dell’allenatore dei toscani ai microfoni di Sky Sport.

“Gara bella e tirata”

“E’ stata una partita bella, tirata, tatticamente molto intensa – ha detto Italiano dopo il match -. Siamo in crescita, sono contento per il risultato e per la prestazione”. “L’asticella ora si alza, vincere così una partita contro l’Atalanta è frutto di una grande prestazione – ha continuato Italiano -. Abbiamo rotto l’equilibrio con un bel gol, potevamo farne un altro ma anche loro.. Sono contento perché siamo in crescita. Il rinnovo? Rispondo con una battuta che mi ha fatto il presidente Commisso: se raddoppiamo i punti dello scorso anno abbiamo fatto un grande lavoro. Ancora non ci siamo riusciti, non sarà facile ma vediamo quello che accade”.

“Prestazioni di livello”

“Piatek mi sta stupendo, rispetto agli altri due giocatori che sono venuti a gennaio conosce la lingua, l’interpretazione delle gare. Si sta mettendo a disposizione e i gol lo ripagano per quello che dà – ha spiegato il tecnico – Nico Gonzalez sul colpo di testa deve incidere di più, gli esterni devono segnare di più perché sono convinto che lo possono fare. Igor? E’ cresciuto tantissimo in personalità e sicurezza, ha la dote del mancino, non ha più timore con la palla al piede ed ha alzato la qualità in tutto e per questo lo sto premiando. Sono felice per quello che stiamo dimostrando in termini di punti, le prestazioni sono di livello e viene ripagato tutto quello che stiamo facendo. Vlahovic? Quando lo abbiamo venduto ho temuto che lui fosse il nostro unico terminale offensivo e che gli esterni non fossero pronti per sopperire a questa assenza. Sta invece pagando il lavoro e sta venendo fuori”, ha concluso Italiano.

Piatek: “Crediamo nella Champions”

“Oggi abbiamo avuto un’altra partita dura contro l’Atalanta. Demiral è forte anche se nel primo tempo potevo giocare meglio, nel secondo ho fatto di più. Un’occasione, un gol: questo è molto importante per la squadra”. Lo ha detto a Dazn, dopo la partita, il match winner Krzysztof Piatek. “Mi è mancata tanto l’Italia quando ero in Germania, qui mi sento bene – ha aggiunto il polacco -. La squadra funziona bene, abbiamo un grande mister e per me è tutto più facile. Anche se bisogna lavorare ancora meglio con i movimenti. La Champions? Ci crediamo ma abbiamo bisogno di fare punti nelle prossime partite. Pensiamo al Sassuolo”.

Fiorentina, Italiano: "Siamo in crescita, l'asticella ora si alza"Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments