Fiorentina, Italiano: “Meritavamo almeno un punto”

TORINO – “E’ davvero un peccato non tornare a casa con almeno un punto”. Vincenzo italiano è amareggiato per la beffarda sconfitta rimediata allo Stadium con la Juve in pieno recupero: “Sono amareggiato perché abbiamo disputato una gran bella partita contro una squadra fortissima fino all’espulsione”, dice. “Per l’ennesima volta con una grande non riusciamo a portare a casa un risultato positivo, ma la prestazione e l’atteggiamento sono stati ottimi. Un punto lo meritavamo”.

“L’espulsione di Milenkovic? Un po’ è anche colpa mia”

In merito all’espulsione di Milenkovic, Italiano svela che lo aveva appena avvertito di essere stato ammonito: “E ho sbagliato a dirglielo, gliel’ho praticamente ricordato. Dovevo stare zitto. Per me in quel caso non può neanche tentare di togliere la gamba, gli servirà di lezione. Forse ci è costato caro, ma anche lui era stato protagonista di una partita straordinaria fino a quel punto”.

“Abbiamo giocato con grande personalità”

Nota positiva la personalità con cui la squadra ha affrontato la difficile sfide: “E’ vero, abbiamo giocato con grande personalità. Uscire a testa alta da questo stadio ti fa continuare il campionato in altro modo. Tutto si racchiude nel risultato finale, ma quando la perdi così devi necessariamente guardare a quello che siamo riusciti a fare. Ogni settimana abbiamo qualche step in più a nostro favore”. La nota dolente, invece, è che sono mancati i tiri in porta: “Era in programma di mettere Sottil dentro, lui ha questa velocità, forza e cambio di passo che ero certo dal 70′ in poi avrebbero potuto aiutarci”, spiega Italiano.
Abbiamo calciato poco, tutti quei palloni che hanno attraversato l’area erano potenziali occasioni da gol”.

“Non so se Vlahovic resterà a gennaio”

Infine sulla possibilità che Vlahovic resti fino a fine stagione il tecnico viola glissa: “Non lo so, si parla sempre di mercato. In questo momento lo vedo concentrato, oggi non era facile contro due grandi giocatori come de Ligt e Rugani, poi è vero che ha giocato tanto spalle alla porta, ma un attaccante deve fare anche questo”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime