Europa League, Barcellona-Napoli 1-1: segna Zielinski, poi Ferran dal dischetto cancella l’impresa degli azzurri

Europa League, Barcellona-Napoli 1-1: segna Zielinski, poi Ferran dal dischetto cancella l'impresa degli azzurri

BARCELLONA — I gol in trasferta nelle Coppe non valgono più doppio e al Napoli rimane dunque soltanto questo minimo rimpianto, dopo il pareggio (1-1) portato via tra mille sofferenze dalla bolgia del Camp Nou, contro un Barcellona più in palla del previsto. Ma per la squadra di Spalletti si tratta lo stesso di un risultato molto prezioso, in vista della rivincita in programma giovedì prossimo allo stadio Maradona, dove si deciderà la qualificazione per gli ottavi di finale di Europa League.

<<la cronaca della partita>>

Un lampo di Piotr Zielinski aveva addirittura portato in vantaggio nel primo tempo gli azzurri, raggiunti su calcio di rigore (mani di Juan Jesus, segnalato dal Var) da Ferran Torres al quarto d’ora della ripresa. Il continuo assalto della squadra di Xavi si è infranto contro la migliore difesa della Serie A, guidata da un Koulibaly in versione di lusso. Meret è stato però graziato soprattutto nell’interminabile recupero di 9′ concesso dall’arbitro rumeno Kovacs pure dai troppi errori di mira degli attaccanti catalani, incapaci di assestare il colpo del ko.

Il Napoli ha finito addirittura la partita in inferiorità numerica, per la ferita alla testa subita da Fabian Ruiz in una delle ultime mischie. In precedenza erano stati costretti a lasciare il campo per infortuni da valutare pure Anguissa e Zielinski, a riprova che gli azzurri non si sono risparmiati per il campionato e hanno preso molto sul serio il loro impegno in Europa League. Il pareggio è dunque un premio meritato per la squadra di Spalletti, messa sotto pressione per tutta la partita dal veemente assalto del Barcellona di Xavi. I catalani non sono stati abbandonati dai loro tifosi (73.325 paganti) e il Camp Nou si è trasformato nella solita bolgia, che alla lunga ha un po’ condizionato anche l’arbitro.

Spalletti alla fine si è lamentato per il tiro dal dischetto concesso ai blaugrana. “Non ho nulla da dire sul risultato, che considero giusto. Fino all’intervallo abbiamo giocato alla pari, soffrendo di più soltanto nel secondo tempo. Quel rigore però è inesistente, la palla ha sfiorato il mignolo Juan Jesus e non aveva nemmeno cambiato direzione”. Ma l’1-1 sta sicuramente più stretto al Barcellona che al Napoli, per come è andata la partita. Nella rivincita al Maradona gli azzurri dovranno osare di più, per trasformare in oro il prestigioso pareggio strappato al Camp Nou.

Il tabellino

BARCELLONA-NAPOLI 1-1

Barcellona (4-3-3): Ter Stegen 6.5 – Mingueza 6.5 (36′ st Dest sv), Piquè 6.5, Eric Garcia 5.5, Jordi Alba 5.5 – Nico Gonzalez 6.5 (20′ st Gavi 6), Frankie De Jong 6 (20′ st Busquets 6), Pedri 7 – Adama Traorè 6.5 (20′ st Dembelè 6.5), Aubameyang 5 (41′ st Luk De Jong sv), Ferran Torres 6. All. Xavi 6.5.

Napoli (4-2-3-1): Meret 6.5 – Di Lorenzo 6.5, Rrahmani 6.5, Koulibaly 7.6, Juan Jesus 5.5 – Fabian 7, Anguissa 6.5 (39′ st Malcuit sv), Elmas 6.5 (39′ st Mario Rui sv), Zielinski 7 (35′ st Demme sv), Insigne 5 (27′ st Ounas 5) – Osimhen 5.5 (35′ st Mertens sv). All. Spalletti 6.5.

Arbitro: Kovacs (Romania) 5.5.

Note: ammoniti Anguissa, Fabian e Meret. Spettatori 73.325.

Europa League, Barcellona-Napoli 1-1: segna Zielinski, poi Ferran dal dischetto cancella l'impresa degli azzurriFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments