Empoli-Sampdoria 0-3: Caputo e Candreva firmano la prima vittoria dei blucerchiati

EMPOLI – Roberto D’Aversa aveva chiesto ai suoi lo stesso atteggiamento e la stessa applicazione sfoggiata contro l’Inter e ha avuto dai suoi uomini una risposta importante in tal senso. La Sampdoria conquista infatti ad Empoli, con un perentorio 3-0, il primo successo in campionato portandosi a 5 punti in classifica e mostrando di essere in crescita come identità di squadra. Hanno corso qualche pericolo in avvio Quagliarella e compagni al ‘Castellani’, ma poi hanno preso le misure ai padroni di casa e, dopo aver sbloccato il match alla mezz’ora, hanno legittimato la vittoria nella prima metà della ripresa: un blitz meritato, griffato dalla doppietta di Caputo (ex di turno) e sigillato da Candreva, altro uomo-partita tra i doriani.

<< La cronaca della partita >>

Terzo stop casalingo per l’Empoli

Non è bastata tanta buona volontà e orgoglio ai toscani per evitare il terzo stop casalingo dopo quelli con Lazio e Venezia: sotto porta è mancata la determinazione per colpire e anche dietro, senza un centrale esperto come Tonelli, alcune distrazioni sono risultate fatali. Insomma, per Andreazzoli ci sarà da lavorare per raggiungere l’obiettivo della permanenza in categoria, riguadagnata nella passata stagione. Però la prestazione che ha portato alla storica impresa sul campo della Juve alla seconda giornata indica che non è certo tutto da buttare in casa azzurra.

L’ex Caputo sblocca il match

L’Empoli approccia la gara con il giusto piglio e dopo pochi minuti una deviazione sottomisura di Mancuso costringe Audero al salvataggio d’istinto, poi però la manovra dei locali perde progressivamente smalto e con il passare dei minuti crescono i doriani. La partita si sblocca poco dopo la mezz’ora: Adrien Silva recupera palla a centrocampo, serve Candreva che confeziona un assist in verticale per Caputo, pronto a battere con il sinistro. Si sblocca dunque con la nuova maglia l’attaccante, che da ex di turno, tanto atteso e bene accolto, decide di non esultare, alzando le mani quasi a scusarsi. E’ proprio uno scatenato Candreva il fulcro del gioco di D’Aversa, anche pericoloso tanto da costringere Vicario a due belle parate già nel primo quarto d’ora. La chance migliore dell’Empoli per pareggiare al 40′ quando Mancuso in spaccata non trova lo specchio su un cross da sinistra di Marchizza.

Samp parte forte nella ripresa: bis di Caputo

Al rientro dagli spogliatoi la Samp parte con tanta determinazione, decisa a trovare il raddoppio. Passano appena sette minuti e ancora Caputo, dopo aver ricevuto in area e saltato Luperto, batte nuovamente Vicario con un sinistro potente che il portiere locale può solo toccare. Un doppio vantaggio blucerchiato del tutto meritato, anche alla luce del palo esterno colpito da Damsgaard dopo una precedente parata di Vicario sullo stesso centrocampista e dalla traversa centrata da Caputo 60 secondi dopo.

Andreazzoli cambia ma Candreva chiude i giochi

Andreazzoli prova ad attingere dalla panchina e Cutrone al 62′ troverebbe anche il gol della speranza di rimonta, ma la sua rete viene annullata giustamente per fuorigioco. Le sostituzioni dei due tecnici non cambiano l’inerzia della partita, chiusa a una ventina di minuti dallo scadere proprio da una prodezza di Candreva, il migliore in campo: l’ex Inter riceve a sinistra, si accentra e con un preciso destro pesca l’angolo opposto. L’Empoli ci prova sino alla fine, anche perché segnava davanti al suo pubblico da 15 gare consecutive, però non trova il gol della bandiera. E già mercoledì avrà un esame di riparazione sul campo del Cagliari, mentre la Samp sfiderà giovedì il Napoli.

EMPOLI – SAMPDORIA 0-3  (0-1)
EMPOLI (4-3-1-2):
Vicario; Stojanovic, Ismajli, Luperto, Marchizza; Haas (11′ st Zurkovski), Ricci, Henderson (11′ st Bandinelli); Bajrami (33′ st La Mantia); Mancuso (22′ st Pinamonti), Cutrone (22′ st Di Francesco). (1 Ujkani, 22 Furlan, 65 Parisi, 6 Romagnoli, 42 Viti, 5 Stulac, 23 Asslani). All.: Andreazzoli.
SAMPDORIA (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Colley (38′ st Chabot), Augello; Candreva, Thorsby (18′ st Askildsen), Adrien Silva (23′ st Ekdal), Damsgaard (23′ st Depaoli); Caputo (38′ st Torregrossa), Quagliarella. (30 Ravaglia, 33 Falcone, 25 Alex Ferrari, 29 Murru, 19 Dragusin, 11 Ciervo, 70 Trimboli). All.: D’Aversa.
ARBITRO: Mariani di Aprilia.
MARCATORI: nel pt 31′ Caputo (S); nel st 7′ Caputo (S), 25′ Candreva (S).
AMMONITI: Zurkovski (E), Askildsen (S) e Luperto (E) per gioco falloso, Torregrossa (S) per comportamento antiregolamentare.
ANGOLI: 8-8.
RECUPERO: pt 0′, st 4′.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime