Empoli-Milan 1-3: Bajrami pareggia al 92′, Ballo-Touré e Leao la decidono al 94′ e 97′

Al momento stai visualizzando Empoli-Milan 1-3: Bajrami pareggia al 92′, Ballo-Touré e Leao la decidono al 94′ e 97′
Empoli-Milan 1-3: Bajrami pareggia al 92', Ballo-Touré e Leao la decidono al 94' e 97'

EMPOLI – Se l’assioma secondo il quale gli scudetti si vincono o si perdono in provincia contiene spiccioli di verità, a Empoli il Milan ha intascato un gruzzolo davvero importante. In costante e crescente emergenza durante la partita stessa, con infortunati a grappoli e dopo essere scampato allo sperpero di Bajrami in fuga, è riuscito a tenere il passo del Napoli: il gol del 2-1 in spaccata di Ballo-Touré, poco meno di una comparsa nello scorso campionato e schierato titolare solo per l’assenza di Theo Hernandez, assurge ad apologo della tenacia come massima virtù nello sport e anche un po’ del valore del destino. I campioni d’Italia restano a tre punti dall’attuale capolista, che aspetta oggi il risultato dell’Atalanta, e possono dirsi felici della convulsa trama, così riassumibile. Primo tempo grigiastro, con notevole rimpianto per Hernandez. Traversa su punizione dell’instancabile Giroud, reduce da partite e viaggi in serie. Graduale presa di coscienza dell’Empoli che l’audace colpo non era poi così impossibile, fino allo spreco del suddetto neoentrato Bajrami, fuga e tiretto in bocca a Tatarusanu, sostituto dell’altro illustre assente Maignan.

<<La cronaca della gara>>

Risveglio dell’inventore principe Leao, che dopo alcune giocate svogliate e anche superbe si scrolla di dosso una manciata di avversari e porge un assist regale al redivivo Rebic, ricomparso ad hoc: Zanetti, l’allenatore avversario, ha lungamente contestato all’arbitro Aureliano che il portoghese sia stato smarcato da una rimessa laterale che Tonali ha battuto guadagnando dieci metri. Pareggio nei minuti di recupero del reprobo Bajrami, che si redime su punizione, scambiandosi il ruolo con l’incerto Tatarusanu. Guizzo delle riserve milaniste: torre di Krunic, imbeccato da Leao, e tocco volante di Ballo-Touré. Suggello del solo fuoriclasse in campo (campo pesante, forse correo degli infortuni): il pallonetto del 3-1 di Leao, inafferrabile nella corsa da centometrista, va iscritto nella lista delle delizie calcistiche, tanto più che il portiere dell’Empoli Vicario è appena approdato non per caso in Nazionale, come le parate precedenti, distribuite tra i due tempi, attestano.

Espletata la trasferta, la seconda di seguito vinta, il Milan ha tuttavia parecchio materiale scabroso su cui meditare in vista sia della trasferta londinese di Champions, in cui mercoledì si giocherà tanto in casa del Chelsea, sia del duello di sabato a San Siro con la Juventus. Il tema più delicato è quello degli infortuni. Arrivato in Toscana senza Maignan, Hernandez, l’infortunato dell’ultima ora Messias e gli assenti cronici Ibrahimovic e Origi, Pioli ha perso in corso d’opera Calabria (flessore), saelemaekers (distorsione al ginocchio) e Kjaer (flessore). Il totale fa otto, il che non è esattamente l’ideale per affrontare il Chelsea, rimesso parzialmente a nuovo da Potter, e difendere il primo posto nel girone, anche se Pioli è fiducioso: “Proprio le difficoltà ci aiutano a crescere e a sentirci più forti. Questa è proprio la vittoria del gruppo”. Nel quale non è ancora leader il leader annunciato De Ketelaere, che accosta spesso il formidabile fermandosi al normale. Alla fine, per ora, vince soprattutto Leao, il cui rinnovo di contratto diventa ancora più importante. “Il Milan è un gigante addormentato”, ha dichiarato nei giorni scorsi a Londra il neoproprietario Gerry Cardinale. Però un gigante, anche se non segna mai di testa, lo ha già in squadra.        

Empoli (4-3-1-2): Vicario; Stojanovic, De Winter, Luperto, Parisi; Haas (38′ st Cambiaghi), Grassi (47′ st Marin), Henderson (13′ st Bandinelli); Pjaca (13′ st Bajrami); Lammers, Satriano (38′ st Destro. All.: Zanetti.
Milan (4-2-3-1): Tatarusanu; Calabria (39′ pt Kalulu), Kjaer (27′ st Dest), Tomori, Ballo-Touré; Tonali, Bennacer; Saelemaekers (32′ pt Krunic), De Ketelaere (27′ st Brahim Diaz), Leao; Giroud (27′ st Rebic). All.: Pioli.
Arbitro: Aureliano di Bologna.
Reti: nel st 34′ Rebic, 47′ Bajrami, 48′ Ballo-Touré, 51′ st Leao.
Ammoniti: Kjaer, Haas, De Winter, Luperto e Bennacer per gioco falloso.
Angoli: 7-3 per il Milan.
Recupero: 4′ e 4′.
Note: spettatori 15.497 (abbonati 6.513 ), incasso 300.029 euro (quota abbonati 37.051)    

Empoli-Milan 1-3: Bajrami pareggia al 92', Ballo-Touré e Leao la decidono al 94' e 97'Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments