Empoli, Andreazzoli: “Orgoglioso, i ragazzi hanno raccolto persino meno di quanto meritavano”

REGGIO EMILIA – Aurelio Andreazzoli è un tecnico felice. Non può che essere così, almeno in questa occasione, quando alla fine di una settimana intensissima, il suo Empoli giovane conquista tre punti importanti, su un campo distintivo, quello del Sassuolo, lottando su ogni pallone dal primo minuto a fine recupero.
“Ha detto bene – dice il tecnico – sono orgoglioso di questa squadra. Lo sono perché per impegno e applicazione questi ragazzi meritano più di quello che fin qui hanno raccolto”.

Quindici punti, come la Juve, Andreazzoli ammette che è un traguardo fin qui da stropicciarsi gli occhi…
“Facendo bene i conti, tenendo conto di tutto, beh, in effetti avere quindici punti a questo punto della stagione era impensabile all’inizio. Ma nulla arriva per caso”.
E va a spiegare…
“Dovremmo mettere sulla porta dello spogliatoio il cartello “squadra in costruzione”. E’ qualcosa che capita a tutti quelli che passano di categoria e cambiano tanto. Il tempo serve tutto, la cura dei dettagli in questi casi è fondamentale. Questo gruppo di ragazzi tutto nuovo ha una capacità di assimilare le cose in fretta che è eccezionale. Così spiego questo risultato”.
Sette cambi rispetto alla squadra che ha giocato con l’Inter…
“Vede? Vuol dire che queste qualità sono di tutti. Io dico che i ragazzi meritano tutto quello che ottengono, tutti si fanno in quattro, tutti ascoltano,  tutti agiscono di conseguenza. Non mollano mai e questa è una caratteristica che ha accompagnato la squadra in tutte le partite fin qui disputate”.
Conclusioni?
“Che su un campo difficile, contro una squadra attrezzata e forte è arrivato il primo successo in rimonta della stagione. Non è il massimo dell’appagamento questo?”.  

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x