Ecuador, la Fifa apre un procedimento disciplinare sul ‘colombiano’ Castillo: Qatar a rischio

Ecuador, la Fifa apre un procedimento disciplinare sul 'colombiano' Castillo: Qatar a rischio

La Fifa ha aperto ufficialmente un procedimento disciplinare contro la Nazionale dell’Ecuador. La Federazione internazionale ha annunciato di voler verificare la veridicità dei documenti che hanno permesso a Byron David Castillo Segura di vestire la maglia della selezione ecuadoregna, squadra che ha ottenuto l’accesso al Mondiale del Qatar chiudendo al quarto posto le qualificazioni sudamericane, mentre il Cile, che ha presentato la denuncia, non si è qualificato chiudendo al settimo posto.

Il comunicato Fifa

Potrebbe perciò cambiare il quadro delle nazionali sudamericane qualificate ai Mondiali in Qatar. La Fifa ha deciso “di avviare un procedimento disciplinare in relazione alla possibile violazione da parte di Byron Castillo dei criteri di convocazione per le partite indicate (otto ndr). In questo contesto, la Federcalcio ecuadoriana e la Federcalcio peruviana sono state invitate a presentare le loro posizioni davanti alla Commissione Disciplinare Fifa”, il comunicato ufficiale.

Certificato di nascita colombiano per Castillo

Durante le indagini, sarebbe stato trovato un certificato di nascita colombiano di Castillo, con gli stessi genitori, ma con data di nascita nel 1995 e non nel 1998, come riportato nei documenti della Federcalcio dell’Ecuador. “Castillo è nato in Colombia, nella città di Tumaco, il 25 luglio del 1995 e non il 10 novembre del 1998 nella città ecuadoregna di Playas”, aveva scritto nel suo esposto la Federcalcio cilena. La tesi accusatoria è quindi che il calciatore non avrebbe avuto diritto a giocare nella nazionale dell’Ecuador, che quindi dovrebbe avere partita persa a tavolino negli otto incontri disputati da Castillo nel girone sudamericano delle qualificazioni ai Mondiali.

Il Cile ora ci crede davvero

In questo modo il Cile, che ha affrontato due volte l’Ecuador con Castillo in campo, avrebbe 5 punti in più in classifica e rimpiazzerebbe in Qatar proprio l’Ecuador che ora è sotto indagine e si è piazzato quarto nel girone dietro a Brasile, Argentina e Uruguay. Castillo non era stato schierato contro il Perù, quinto classificato nel gruppo sudamericano. “Alla Commissione Disciplinare – riferisce la nota della Fifa – sono state presentate delle accuse circa la possibile falsificazione degli atti che conferiscono la nazionalità ecuadoriana al giocatore Byron David Castillo Segura, nonché l’eventuale il mancato rispetto da parte di detto calciatore dei criteri di convocazione per partecipare a otto partite di qualificazione della Coppa del Mondo 2022 in Qatar”.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments