Dzeko vuole l’Inter, la Roma riflette ma si guarda attorno: Belotti il piano B

ROMA – Ci è cascato di nuovo. Edin Dzeko vuole andare all’Inter e lo ha detto alla Roma. Poche ore prima del fischio d’inizio del match col Betis, scandito da tre espulsioni tra i giallorossi e dai 5 gol subiti. In un colloquio col general manager Tiago Pinto, Edin ha annunciato di avere una proposta del club nerazzurro. Che ammonta – ma questo Edin non lo ha ovviamente comunicato – a 4,5 milioni per due stagioni, una in più (ma a cifre molto più basse) di quanto non preveda il contratto con la Roma. Il progetto tecnico dell’Inter, nonostante l’evidente ridimensionamento, lo affascina: in fondo, aveva già chiesto di passare in nerazzurro nell’estate del 2019 e poi lo scorso gennaio, mentre a settembre 2020 era stato a meno di un passo dal trasferirsi alla Juventus.

Nessun braccio di ferro, Belotti il piano B

A questo punto la palla passa alla Roma. Che con l’attaccante ha preso un impegno a febbraio, nel momento di massima tensione tra le parti: se dovessi ricevere un’offerta – gli aveva detto Pinto – non faremo opposizione. In sostanza, la Roma non avvierà un braccio di ferro per trattenerlo. Nonostante la richiesta di Dzeko arrivi dopo un’estate passata a parlare da innamorato dei colori giallorossi e spesso con i gradi di capitano al braccio. Anche con Mourinho si era sviluppata una sinergia positiva. Che però l’offerta dell’Inter pare aver scombussolato. La Roma cercherà di capire rapidamente se ci sia un margine per trattenerlo. Altrimenti, guarderà oltre: Belotti in questo senso è il piano B perfetto. Il preferito resta Mauro Icardi, ma tra stipendio – 10 milioni netti, senza poter usufruire dei vantaggi fiscali del Decreto crescita – e ambizioni (vuole la Champions) per la società giallorossa è un Everest da scalare.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime