Cristiano Ronaldo, 2 turni di stop e multa per aver rotto il cellulare a un tifoso dell’Everton

Al momento stai visualizzando Cristiano Ronaldo, 2 turni di stop e multa per aver rotto il cellulare a un tifoso dell’Everton
Cristiano Ronaldo, 2 turni di stop e multa per aver rotto il cellulare a un tifoso dell'Everton

Dopo il divorzio con il Manchester United, per CR7 arrivano brutte notizie anche dalla ‘Football Association’ che gli ha imposto due turni di stop in Premier League e una mula di 50mila sterline per “comportamento violento”, in riferimento all’episodio dello scorso 9 aprile nei confronti di un supporter dell’Everton. La mamma del ragazzo autistico: “Spero che i soldi vengano dati in beneficienza”

Non sembrano destinati a finire i problemi in Inghilterra di Cristiano Ronaldo. Il cinque volte Pallone d’oro, attualmente impegnato con il suo Portogallo nel Mondiale in Qatar, dopo il recente divorzio con il Manchester United annunciato dai Red Devils con una nota ufficiale, è stato squalificato e multato dalla FA (la Football Association) per l’episodio risalente allo scorso 9 aprile quando, al termine di Everton-Unted (finita 1-0 per i Toffees), prese e distrusse il cellulare di un tifoso locale nel tunnel del Goodison Park, scoprendo solo in un secondo momento che si trattava di un ragazzo autistico.

Squalifica e multa

Ronaldo si era immediatamente scusato con il tifoso, invitandolo anche all’Old Trafford per seguire una partita del Manchester United, ma la federazione inglese, notoriamente rigida contro i comportamenti che violano il fair-play dentro e fuori dal campo, aveva aperto un’inchiesta. Dopo oltre cinque mesi è arrivata la sentenza: il fuoriclasse portoghese è stato squalificato per “comportamento inappropriato e violento” e dovrà scontare due giornate di stop in Premier League (curiosamente proprio quando è arrivata la rescissione con i Red Devils) oltre che pagare una multa di 50mila sterline, circa 58mila euro.

“Soldi in beneficienza”

Nel commentare la squalifica a Ronaldo, la mamma del ragazzo autistico, intercettata dal “Mirror”, ha lanciato un appello alla federazione inglese: “Accolgo con favore che sia stato multato, anche se è passato tanto tempo. La FA mi ha chiamato anticipandomi la notizia della squalifica e della multa. A tal proposito, sarebbe bello se la somma in denaro fosse donata in beneficenza, magari per i bambini autistici”.

“Dallo United niente scuse”

La donna poi si toglie più di un sassolino dalla scarpa nei confronti del Manchester United, reo di aver dimostrato scarsa solidarietà verso lo sfortunato tifoso: “Nessuno mi ha contattata, non ho ricevuto alcune scuse. Inoltre la società avrebbe dovuto agire contro Ronaldo diverso tempo fa, è un episodio successo ad aprile. Ho anche ricevuto diversi attacchi dal web”. Tornando a CR7, se dovesse rimanere in Inghilterra (sulle sua tracce ci sono Chelsea e Newcastle) dovrà aspettare due giornate per il nuovo esordio. Ma attualmente nella testa dell’ex juventino c’è solo il Mondiale.

Fonte Repubblica.it

0 0 votes
Valutazione dell'articolo
Tienimi aggiornato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments