Corsa all’Europa League, calendario e scontri diretti. Cosa succede se la Roma vince la Conference

ROMA — Milan, Inter, Napoli e Juventus sono matematicamente in Champions League. Il Torino, decimo a 47 punti, è fuori dalla lotta per l’Europa (può solo raggiungere Atalanta e Fiorentina a quota 56 al settimo posto, ma sarebbe fuori per classifica avulsa). In mezzo ci sono Lazio, Roma, Fiorentina, Atalanta e Verona che si giocano tre posti nelle coppe europee: molto dipenderà dal cammino della Roma in campionato e in Conference League. Quali e quante squadre giocheranno di giovedì il prossimo anno in Europa League? Chi in Conference League? Ecco tutti i possibili scenari.

Se la Roma non vince la Conference League

Nel caso in un cui la Roma non vinca la Conference League, la quinta e la sesta classificata si qualificano direttamente ai gironi di Europa League. La settima in classifica si giocherà invece l’accesso alla Conference League ai play-off, come fatto dalla Roma col Trabzonspor lo scorso agosto.

Questa situazione si crea perché la Coppa Italia, che dà accesso diretto all’Europa League, verrà vinta da una squadra (Juventus o Inter) già qualificata in Champions League.

Classifica | Calendario | Marcatori

Se la Roma vince la Conference League

Se la Roma vince la Conference League, avrà accesso diretto ai gironi di Europa League. E alle altre cosa succede? Dipenderà dal piazzamento dei giallorossi in campionato.

Se la Roma guadagna il pass anche in campionato, arrivando quinta o sesta, non libera un posto ulteriore in Europa League: in questo caso si qualificheranno sempre due squadre (la Roma più la quinta o la sesta), mentre la settima accede ai play-off di Conference League.

Se la Roma arriva settima, va in Europa League da detentrice della Conference League insieme alla quinta e alla sesta del campionato. In questo caso, però, non libera un posto in Conference League: l’Italia avrebbe 4 squadre in Champions, 3 in Europa League (una in più, dunque) ma nessuna in Conference League.

Se la Roma arriva ottava o nona, dunque completamente fuori dalla zona Europa in campionato, andrà in Europa League insieme alla quinta della Serie A. La sesta slitterà nei play-off di Conference League. Dunque il sesto posto non garantisce alle altre squadre diverse dalla Roma l’accesso all’Europa League. E il settimo posto non dà diritto automaticamente alla Conference League.

Serie A, il calendario delle ultime tre giornate

A tre giornate dalla fine del campionato, la classifica vede Lazio e Roma a 59, seguite da Atalanta e Fiorentina (56) e Verona (52). Ecco le loro ultime tre partite di questo campionato:

Giornata 36: Lazio-Sampdoria, Fiorentina-Roma, Spezia-Atalanta, Verona-Milan.

Giornata 37: Juventus-Lazio, Roma-Venezia, Milan-Atalanta, Sampdoria-Fiorentina, Verona-Torino.

Giornata 38: Lazio-Verona, Torino-Roma, Atalanta-Empoli, Fiorentina-Juventus.

Europa League e scontri diretti, la situazione

Ecco cosa succede se due squadre arrivano al termine del campionato con gli stessi punti. Contanto prima di tutto gli scontri diretti, poi la differenza reti negli scontri diretti e infine la differenza reti generale:

Arrivo a pari punti fra Lazio e Roma: in vantaggio la Roma (2-3 e 3-0).

Arrivo a pari punti fra Lazio e Atalanta: scontri diretti in parità (0-0 e 2-2), conta la differenza reti generale (Atalanta +19, Lazio +18).

Arrivo a pari punti fra Lazio e Fiorentina: in vantaggio la Lazio (1-0 e 3-0).

Arrivo a pari punti fra Lazio e Verona: all’andata Verona-Lazio 4-1, ritorno il 22 maggio.

Arrivo a pari punti fra Roma e Atalanta: in vantaggio la Roma (1-0 e 4-1).

Arrivo a pari punti fra Roma e Fiorentina: Roma-Fiorentina 3-1, ritorno il 9 maggio.

Arrivo a pari punti fra Roma e Verona: in vantaggio il Verona (2-2 e 3-2).

Arrivo a pari punti fra Atalanta e Fiorentina: in vantaggio la Fiorentina (1-0 e 2-1).

Arrivo a pari punti fra Atalanta e Verona: scontri diretti in parità (2-1 e 1-2), conta la differenza reti generale (Atalanta +18, Verona +9).

Arrivo a pari punti tra Fiorentina e Verona, scontri diretti in parità (doppio 1-1), conta la differenza reti generale (Fiorentina +7, Verona +9).

Classifiche avulse

Ecco cosa succede, invece, nel caso in cui tre squadre arrivino alla fine della stagione con gli stessi punti. Si sommano i punti di ognuna negli scontri diretti e si stila la mini classifica:

Lazio (9), Roma (6), Fiorentina (0). Si deve disputare ancora Fiorentina-Roma.

Roma (9), Lazio (5), Atalanta (2).

Roma (9), Fiorentina (6), Atalanta (0). Si deve disputare ancora Fiorentina-Roma.

Lazio (8), Fiorentina (6), Atalanta (2).

Verona (7), Roma (4), Lazio (3). Si deve disputare ancora Lazio-Verona.

Verona (6), Roma (4), Fiorentina (2).  Si deve disputare ancora Fiorentina-Roma.

Verona (6), Atalanta (5), Lazio (2). Si deve disputare ancora Lazio-Verona.

Fiorentina (8), Verona (5), Atalanta (3).

Lazio (6), Verona (5), Fiorentina (2). Si deve disputare ancora Lazio-Verona.

Verona (7), Roma (7), Atalanta (3). Verona in vantaggio sulla Roma negli scontri diretti (2-2 e 3-2).

Corsa all'Europa League, calendario e scontri diretti. Cosa succede se la Roma vince la ConferenceFonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments