Coppa del Re al Betis dopo i calci di rigore: Valencia condannato dall’errore di Musah

Coppa del Re al Betis dopo i calci di rigore: Valencia condannato dall'errore di Musah

Coppa del Re al Betis dopo i calci di rigore: Valencia condannato dall'errore di Musah

Il Betis torna ad alzare al cielo la Coppa del Re, la terza della sua storia, 17 anni dopo l’ultima conquistata nel 2005. L’interminabile sfida con il Valencia viene decisa 6-5 ai calci di rigore, dopo l’1-1 firmato nei tempi regolamentari dal botta e risposta tra Borja Iglesias e Hugo Duro. L’errore decisivo dagli undici metri lo commette Musah. Il Betis, oltre alla conquista del trofeo, stacca anche il pass per la fase a gironi dell’Europa League.

Hugo Duro risponde a Borja Iglesias

Occorre attendere soltanto 11 minuti perché la sfida si sblocchi: a rompere l’equilibrio è il colpo di testa di Borja Iglesias, che mette a segno il suo 18esimo gol stagionale, eguagliando Juanmi come miglior marcatore del Betis. La pressione degli andalusi non si esaurisce e proprio Juanmi al 21′ fallisce il raddoppio, mandando fuori una giocata aerea sul traversone di Alex Moreno. Il Valencia rischia ancora al 27′, quando Borja Iglesias non riesce ad approfittare di un retro passaggio errato di Diakhaby. La scarsa incisività sotto porta costa cara al Betis, raggiunto alla mezz’ora sull’1-1: Ilaix Moriba verticalizza per Hugo Duro, abile a scavalcare Bravo con un morbido tocco sotto. Prima del riposo i biancoverdi hanno una clamorosa occasione per riportarsi in vantaggio, ma la conclusione di Canales sbatte sul palo.

Decidono i calci di rigore

In avvio di ripresa il Valencia appare decisamente più propositivo rispetto alla prima frazione di gioco: al 50′ il tap-in di Hugo Duro non inquadra la porta, dopo il tiro di Gayà ribattuto da Bravo, mentre al 54′ è la volée da buona posizione di Ilaix Moriba a terminare sul fondo. Il Betis si scuote dal torpore e torna presto a collezionare occasioni da gol. Al 65′ Mamardashvili si oppone in modo provvidenziale al tiro ravvicinato di Juanmi, che al 78′ colpisce il palo. La porta del Valencia continua a essere stregata: all’83’ l’estremo difensore georgiano salva su Fekir. Nel finale entrambe le compagini hanno la chance buona per chiudere i conti, ma né Juanmi né Soler trovano la rete. Non bastano neppure i supplementari per decretare un vincitore. Il trofeo viene assegnato ai calci di rigore. Il Betis è impeccabile e va sempre a segno con Willian José, Joaquin, Guardado, Tello e Miranda. Nel Valencia Musah fallisce il quarto penalty: non bastano le reti di  Soler, Racic, Guedes e Gayà. A fare festa è la squadra di Pellegrini.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments