Conte-Tottenham, è già crisi: il tecnico sogna lo United, ma c’è l’ipotesi Psg

Conte-Tottenham, è già crisi: il tecnico sogna lo United, ma c'è l'ipotesi Psg

Conte-Tottenham, è già crisi: il tecnico sogna lo United, ma c'è l'ipotesi Psg

Momento difficile per il Tottenham e Antonio Conte. Gli Spurs, dopo la bella vittoria in casa del City di Guardiola, falliscono la grande occasione sul campo del Burnley.

Tottenham-Conte: aria di crisi

L’avventura a Londra, per Conte, è iniziata tra tanti bassi e pochi alti. Il progetto del Tottenham, con a capo Paratici, ha convinto l’allenatore italiano, ma le prime difficoltà, in campo e nelle strategie, stanno facendo riflettere l’ex allenatore dell’Inter. Conte è tornato in Premier con aspettative molto alte: l’obiettivo è quello di riportare il Tottenham in Champions League e tentare l’assalto al titolo nelle prossime stagioni. Per esaudire il desiderio di Conte, il presidente  Daniel Levy ha bisogno di più tempo rispetto alla tabella di marcia. Gli arrivi di Bentancur e Kulusevski sono stati apprezzati dal tecnico, ma i due calciatori non spostano gli equilibri di un campionato con un livello tecnico molto elevato. I primi segnali di crisi tra proprietà e Conte sono evidenti e non è da escludere una separazione al termine della stagione.

Pochettino-Conte-Zidane: il valzer

Il futuro di Conte è strettamente legato a quello delle panchine di Manchester United e Psg. Pochettino, che sogna il ritorno in Premier e in particolare vorrebbe lo United, ha rotto con il ds Leonardo e con diversi calciatori nello spogliatoio del Psg:  molti operatori di mercato sostengono che neanche la vittoria della Champions League potrebbe salvare la sua panchina. Leonardo (e i tifosi del Psg) sognano Zidane, che però aspetta la nazionale francese: molto probabilmente, infatti, Deschamps lascerà dopo il Mondiale del 2022. Nel frattempo, Zizou ha dettato le sue condizioni, non soltanto economiche, al presidente Al-Khelaïfi per accettare la panchina dei parigini.

Conte e lo United

Conte da sempre sogna la panchina dello United e di poter seguire le orme di Sir Alex Ferguson. Una sifda personale, forse la più grande, che l’ex tecnico di Juve e Inter vuole provare prima di smettere di allenare. Il suo nome, però, potrebbe tornare di moda anche a Parigi, qualora i principali obiettivi del club francese, da Zidane a Deschamps, non venissero centrati.

Fonte Repubblica.it

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments