Conference League, Bodo Glimt-Roma 6-1: disfatta giallorossa in Norvegia

Un’umiliazione senza logica. Un’imbarazzante figuraccia che oscura persino le peggiori notti europee, il recentissimo 7-1 subito a Manchester. In confronto a questo 6-1 incassato in Norvegia, col minuscolo Bodo/Glimt, sembra quasi un risultato di cui andar fieri. Come raccontarlo, questo burrone emotivo? Come qualificarlo, in questa stagione iniziata con una serie di vittorie in fila e ora alla quarta sconfitta nelle ultime sette partite giocate, la seconda di fila dopo quella a Torino.

<< La cronaca della partita >>

Questa trasferta in Norvegia doveva essere il banco di prova per chi aveva giocato meno, o per meglio dire mai. A chi si lamentava della neve e del campo sintetico, Gianluca Mancini alla vigilia aveva ricordato: “E’ colpa nostra, ce la siamo meritata col campionato dell’anno scorso”. Nemmeno lui si aspettava che sarebbero arrivati, insieme al freddo e alle ore di viaggio, anche sei gol al passivo. Due nel primo tempo, quattro in una incommentabile ripresa. Quella in cui Mourinho – che mai in carriera aveva subito sei reti – aveva chiesto gli straordinari da subito a Cristante, Shomurodov e Mkhitaryan, poi anche a Pellegrini e Abraham. Nulla da fare.

Conference League: le classifiche

Lenta, senza voglia, senza stimoli, senza anima. Nessun alibi, nemmeno il gol di Carles Perez, che uno su due con la Roma li ha fatti in Europa. Kumbulla sembra un Primavera, Ibanez idem, Diawara e Darboe demoliti dall’attesa di un minuto, Villar quasi l’ombra di un calciatore. Eppure erano se non titolari, almeno vivi, un anno fa. Cosa succede a Mourinho? Cosa succede alla Roma? Domenica affiderà la risposta al Napoli capolista del “nemico” Spalletti. Presentarsi così, sarebbe irreparabile.

Bodo/Glimt-Roma 6-1 (2-1)
Bodo/Glimt (4-3-3): Haikin; Sampsted, Moe, Lode (36′ st H›ibråten) , Bjorkan; Fet (36′ st Vetlesen), Berg, Konradsen (47′ st Hagen); Solbakken (42′ st Koomson), Botheim, Pellegrino (42′ st Mugisha). (30 Smits, 21 Kongsro, 22 Moberg, 24 Selvåg Nordås, 26 Kvile, 28 Pernambuco). All.: Kjetil Knutsen.
Roma (4-2-3-1): Rui Patricio; Reynolds, Kumbulla, Ibanez, Calafiori; Darboe (1′ st Cristante), Diawara (15′ st Pellegrini); Perez, Villar (1′ st Mkhitaryan), El Shaarawy (15′ st Abraham), Mayoral (1′ Shomurodov). (87 Fuzato, 5 Vina, 17 Veretout, 23 Mancini, 52 Bove, 59 Zalewski, 65 Tripi). All.: Mourinho.
Arbitro: Ali Palabiyik (Tur)
Reti: 8′ pt, 7′ e 35 ‘st Botheim, 20′ pt, Berg 28′ pt Carles Perez, 26′ st Ola Solbakken, 33′ Pellegrino Angoli: 3-3 Recupero: 1′ e 2’.
Ammoniti: Lode e Darboe per gioco scorretto

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime