Chelsea, Abramovich torna sui suoi passi: vuole 1,9 miliardi di euro dalla cessione

Chelsea, Abramovich torna sui suoi passi: vuole 1,9 miliardi di euro dalla cessione

E’ nato un nuovo ostacolo nel processo di vendita del Chelsea, che dovrebbe concludersi entro la fine di maggio. Secondo il ‘Times’, infatti, Roman Abramovich sarebbe tornato sui propri passi e avrebbe rinnegato la promessa di cancellare un debito di 1,6 miliardi di sterline (circa 1,9 miliardi di euro). Il magnate russo avrebbe cambiato le carte in tavola dopo aver annunciato di non voler nulla dalla cessione del club, rinunciando ai prestiti e di essere intenzionato a devolvere i ricavi in beneficenza.

Il governo teme che Abramovich prenda parte dei soldi della cessione

Il Chelsea ha informato sia il governo inglese che i possibili acquirenti della propria volontà di rivedere le modalità di cessione del club, il che includerebbe il pagamento del debito dalla società madre del Chelsea, Fordstam Ltd, a una società con sede nel Jersey, la Camberley International Investments, che sembra essere collegata ad Abramovich. In tal modo c’è il timore che i ricavi dalla vendita del club possano finire in mano ad Abramovich, mentre il governo vorrebbe che i proventi venissero utilizzati per buone cause, compreso l’aiuto alle vittime della guerra in Ucraina.

In pole per l’acquisto c’è Todd Boehly

La scorsa settimana il gruppo guidato dal co-proprietario dei Los Angeles Dodgers, Todd Boehly, ha ottenuto il diritto a trattare in esclusiva per l’acquisto del Chelsea, in quanto gruppo offerente preferito. Il gruppo di Boehly ha superato nella corsa altri due gruppi statunitensi guidati da Stephen Pagliuca, co-proprietario dei Boston Celtics e co-presidente della società di private equity Bain Capital (oltre che nuovo azionista dell’Atalanta), e i co-proprietari dei Philadelphia 76ers, Josh Harris e David Blitzer. La cessione dovrebbe avvenire sulla base di una valutazione di 3 miliardi di dollari (2,85 miliardi di euro circa), prezzo che rappresenterebbe una vendita record per una società sportiva professionistica.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
1 Commento
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
castigamatti
Ospite
castigamatti
13 giorni fa

ma non voleva dare il ricavato in beneficenza?
i miliardi se li faccia dare in rubli dal suo amico pro** basta*** comunista e poi li spenda per ricostruire le case, gli asili e gli ospedali che i russi hanno distrutto in ucraina.