Carpi-Fermana, sindrome da rigore: ne sbagliano 4 e finisce 0-0

ROMA – Carpi-Fermana 0-0, e fin qui nulla di strano. E’ strano invece che ci siamo stati 4 rigori, due per parte, senza lo straccio di una trasformazione. Partiamo dall’eroe negativo: è il giocatore della Fermana Samuele Neglia. Il primo rigore lo calcia alla mezz’ora del primo tempo: alto. Quindi ci riprova nella ripresa: stavolta la porta la prende, ma il portiere del Carpi Pozzi para. Come potrà consolarsi? Paragonandosi a Sergio Ramos, Evaristo Beccalossi o Alessandro Altobelli. A tutti questi campioni è capitato un doppio errore dal dischetto nel corso della stessa partita.

Il ‘vecchio’ Ginestra eroe positivo

Passiamo all’eroe positivo, sempre nella Fermana: il 42enne portiere Ginestra. Arrivano infatti anche i rigori per il Carpi: al 24′ del secondo tempo De Cenco perde il primo duello. Poi, proprio in extremis, è Ferretti a farsi ipnotizzare dal portiere ospite.

Resiste il record di Martin Palermo

Sicuramente Neglia si è avvicinato al record di tre rigori sbagliati in una singola partita, quello stabilito dall’argentino Martin Palermo nella gara di Coppa America contro la Colombia del 4 luglio 1999. Rimanendo al Carpi, anche Mbakogu sbagliò due rigori nel match di Serie A contro la Lazio quando fu Marchetti a dire di no all’attaccante.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime