Calcio donne, la Juventus ci riprova in Champions. Montemurro: “Wolfsburg grande squadra ma il pubblico ci darà una spinta in più. Devono temerci”

TORINO. Dopo la sconfitta con il Chelsea, arrivata dopo aver messo in difficoltà una delle corazzate del calcio femminile europeo, torna la Champions League all’Allianz Stadium. Le Juventus Women attendono il Wolfsburg in quello che è un vero e proprio spareggio per il secondo posto del girone, anche se Montemurro getta acqua sul fuoco: “Tutte le partite sono importanti”. Difficile dargli torto, altrettanto non considerare fondamentale per il cammino nel girone il risultato di domani sera (si gioca alle 21). Teatro della sfida sarà ancora l’Allianz Stadium, con ingresso gratuito, che nell’ultima partita con le Blues aveva visto circa 18.000 tifosi sugli spalti ad ammirare Salvai e compagne: “Giocare all’Allianz incide molto – conferma la difensore bianconera -, anche se nella Champions le motivazioni ci sono già. Vedere tanta gente allo stadio è bellissimo e  sarà una spinta in più com’è stato con il Chelsea. Loro sono molto compatte, hanno qualità: dovremo state attente ai particolari e ai dettagli che faranno la differenza”.

Joe Montemurro, quanto è importante aver affrontato il Chelsea prima del Wolfsburg?
“Ogni partita è un momento di crescita per noi, si impara durante queste partite. Con il Chelsea la differenza l’hanno fatta i momenti, vanno gestiti bene. Giocare a questo livello con questa pressione aiuta”.

Come sta Caruso?
“Sta bene e le abbiamo fatto fare un po’ più di lavoro perché ha avuto i crampi con la Sampdoria”.

Ritiene la partita di domani decisiva?
“Ogni partita per noi è molto importante. Abbiamo visto anche con la Sampdoria che dobbiamo essere più pazienti nel trovare il gol per vincere. La cosa più importante è che siamo stati sempre in controllo. Sono tutte decisive perché dobbiamo imparare e dobbiamo farlo a questo livello, per noi è un grande stimolo. Sarà molto diversa dalla partita con il Chelsea, per come loro si mettono in campo. Noi dobbiamo capire bene come confrontarci con questo tipo di squadra”.

Cosa deve temere il Wolfsburg?
“Deve temere noi, perché giochiamo in casa. Noi non abbiamo problema ad affrontare queste squadre perché prendiamo queste sfide per imparare e non aver paura. Dobbiamo giocare con coraggio e capire cosa ci vuole per giocare a questo livello. Siamo contenti di essere qui e di sfidare una grande squadra come il Wolsfburg”.

L’allenamento all’Allianz Stadium del Wolfsburg (foto Twitter Juventus Women) 

Ha recuperato Boattin? La convince Nilden?
“Siamo fortunati ad avere due giocatrici di grande qualità che lottano per quel ruolo. Questo fa bene anche noi perché abbiamo tante partite. Sono molto fortunato. Boattin sta bene, è stata solo una situazione di sovraccarico muscolare e non volevamo rischiare”.

Come sta Lina Hurtig?
“È tanto tempo che non tira il fiato, ha preso solo una settimana di vacanza. Le Olimpiadi, il campionato: un ciclo pesante. Dobbiamo dare un po’ di respiro ma la vedo bene, in buona condizione: con tante partite ha bisogno anche di riposare un po’, speriamo di arrivare a Natale e di poterla far riposare”

Che emozione è stata trovare lo stadio pieno?
“Grandi emozioni per me, in uno stadio fantastico. Essere allenatore di una grande società con queste atlete, queste ragazze, giocando contro una squadra con il Chelsea: è stata una serata speciale e  speriamo di ripeterla domani, ma non con lo stesso risultato”.

Cosa chiede al centrocampo in vista di domani?
“Avere più coraggio con la palla, ricevere in costruzione, avere stimoli per i movimenti degli attaccanti. Se controlleremo il possesso sarà importante per noi”. 

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime