Cagliari-Milan: non ci sono solo gli insulti a Maignan. La favola di Artiom, giovane ucraino accolto dai rossoblù

Cagliari-Milan: non ci sono solo gli insulti a Maignan. La favola di Artiom, giovane ucraino accolto dai rossoblù

Non solo razzismo. All’Unipol Domus non c’è stato solo il brutto episodio finale che ha coinvolto, loro malgrado, i milanisti Maignan e Tomori, ma prima del match tra il Cagliari e il Milan, i rossoblù hanno accolto Artiom, un ragazzo ucraino del 2007, arrivato in Sardegna pochi giorni fa dopo la fuga dalla guerra in Ucraina.

Nella sua città natale Odessa, attualmente al centro del conflitto, il giovane Artiom ha sviluppato una forte passione per il calcio e in particolare per il campionato italiano. Il club rossoblù gli darà la possibilità di continuare ad allenarsi nel suo Settore giovanile. Ad accoglierlo allo stadio sono stati il direttore generale Mario Passetti, il responsabile del Settore giovanile, Bernardo Mereu e il coordinatore tecnico delle formazioni U16, U15, U14 e U13 Oscar Erriu: è stata anche l’occasione per consegnare al ragazzo il suo primo kit da allenamento.

Artiom avrà, quindi la possibilità di giocare e divertirsi anche in un momento così complesso: lo sport unisce, può e deve farsi portatore di pace, trasmettendo ai più giovani i valori dell’amicizia e dell’integrazione.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments