Cagliari, Giulini: “L’ultimo posto ferisce, ma ripartiamo da Mazzarri”

BOLOGNA – “La cosa che ferisce di più è l’ultimo posto in classifica”. Ai microfoni di Sky appare Tommaso Giulini, patron del Cagliari, ancora turbato dalla posizione in classifica dei suoi più che dalla sconfitta di Bologna: “Commentare la partita serve a poco, dobbiamo lavorare, avere più fame, dimostrare attaccamento a questa maglia e ripartire dalle certezze che abbiamo: affidarci all’allenatore e fare quello che chiede. Non siamo in un periodo fortunato, anche gli episodi arbitrali passano in secondo piano. Dobbiamo pensare a noi stessi, è inaccettabile che siamo ultimi in classifica, non è il nostro valore. Sapevamo che il nostro obiettivo primario era la salvezza dopo un campionato in cui ci eravamo salvati all’ultimo istante. dobbiamo prendere atto con umiltà e realismo della situazione. Abbiamo calciatori che hanno calcato altri palcoscenici e può starci che non abbiano l’umiltà per calarsi in questa realtà. Ci serve personalità per uscire da questa situazione”.

Il ritiro è un’ipotesi

Il presidente del Cagliari ventila la possibilità del ritiro e difende il lavoro di Mazzarri: “Le cose che accadono negli spogliatoi devono rimanere lì. Sicuramente adesso qualche giorno di ritiro per preparare la partita con l’Atalanta ci servirà, la decisione la concorderemo con il mister. La squadra è molto più compatta da quando è arrivato Mazzarri, credo che l’allenatore sia una delle poche certezze a cui aggrapparsi in questo momento. Abbiamo ancora dei problemi, forse non ha inciso come avrebbe voluto, penso che tranne le partite con Empoli e Fiorentina si è visto spesso quello che il mister vuole dalla squadra. A volte anche gli episodi, soprattutto quelli arbitrali nelle ultime due gare, non ci hanno sorriso”. La chiusura è sul mercato di gennaio: “Il mercato è lontano, il direttore sportivo sta già ragionando su qualcosa. Oggi sono entrati bene Bellanova e Farias, purtroppo al momento abbiamo moltissimi giocatori fuori. Oggi erano fuori Dalbert e Keita, Nandez ha stretto i denti, spero che anche questo fattore possa cambiare”.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime