Bundesliga, si riparte: caccia al nuovo Bayern Monaco di Nagelsmann

Nuova Bundesliga, nuovo Bayern Monaco. La sensazione, però, è che il dominio bavarese non sarà affatto intaccato dalla rivoluzione che la dirigenza ha pensato per la panchina. Il colosso della Baviera si è infatti affidato a Julian Nagelsmann, 34 anni appena compiuti ma all’attivo lo strepitoso lavoro svolto all’Hoffenheim prima e al Lipsia poi. Il Bayern ha pagato una clausola di 25 milioni per affidargli il nuovo corso. Venerdì 13 è previsto il calcio d’inizio del campionato tedesco e sarà proprio il Bayern Monaco ad aprire le danze, contro il Gladbach.

Il calendario della Bundesliga

Un Bayern ancora più forte

I bavaresi hanno perso Alaba, che si è accasato a parametro zero al Real Madrid, ma hanno comunque fatto spesa in Bundesliga, portando via al Lipsia non solo il tecnico ma anche il forte difensore francese Upamecano. A segnare una piccola fine di un ciclo, anche gli addii di Javi Martinez e Jerome Boateng. I big, per ora, ci sono tutti, con le sirene inglesi e spagnole che non hanno distratto Lewandowski. Il Bayern non è ancora sceso in campo per l’esordio in gare ufficiali, teoricamente previsto per il 6 agosto contro il Bremer (trentaduesimi di DFB Pokal) e rinviato per una positività tra gli avversari. Anche il Borussia Dortmund ha cambiato allenatore, pescando, proprio come il Bayern, dalla scuola Red Bull: il nuovo tecnico è infatti Marco Rose, esploso qualche anno fa alla guida del Salisburgo prima del passaggio al Gladbach e ora al BVB. Il caso Haaland pare rientrato e lì davanti c’è un Malen in più, prelevato dal PSV Eindhoven per sostituire il partente Sancho. Volto nuovo anche tra i pali, con Kobel pagato 15 milioni di euro allo Stoccarda.

Le altre rivali

Il Lipsia agisce in piena continuità con la sua storia recente: in panchina siede Jesse Marsch, tecnico statunitense che nel corso della sua carriera ha spiccato il volo proprio con i club targati Red Bull. Prima a New York, poi a Lipsia come assistente, quindi a Salisburgo e ora il ritorno da tecnico “in prima” in Germania. Le maxi cessioni di Upamecano e Konaté (al Liverpool per quasi 42 milioni) e quella “normale” di Wolf (Gladbach, 9,5 milioni) hanno finanziato un mercato ambizioso, con gli arrivi di Simakan ed Henrichs per la difesa e del duo Brobbey-André Silva in attacco, con il portoghese reduce da una stagione fantastica con l’Eintracht. Cambio di allenatore anche per il Leverkusen, che punta sull’artefice del piccolo miracolo Young Boys degli ultimi anni: il nuovo tecnico è Gerardo Seoane, vincitore degli ultimi tre titoli nel campionato svizzero. Toccherà a lui provare a cavalcare la rinascita di Schick dopo un Europeo da protagonista. Il mercato si è concentrato prevalentemente sulla difesa, con l’arrivo di Kossounou dal Bruges e di Bakker dal PSG. A confermare la voglia di cambiamento, anche il Wolfsburg ha un nuovo allenatore: è una vecchia conoscenza del calcio italiano come Mark van Bommel, alla prima esperienza da tecnico in Germania dopo una parentesi fallimentare al PSV nel 2018. In mezzo, solamente gli incarichi come assistente nelle nazionali di Arabia Saudita, Australia ed Emirati Arabi Uniti, al seguito di van Marwijk. Sarà lui a raccogliere la pesante eredità di Glasner, andato all’Eintracht Francoforte: le prime sei della scorsa Bundesliga hanno dunque tutte cambiato tecnico.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime