Botta in allenamento e via dal campo: nella Juventus i giorni difficili di Cristiano Ronaldo

Dieci minuti di discorso alla squadra sotto i gazebo della Continassa, prima di macinare chilometri e preparare il match con l’Empoli di sabato. Massimiliano Allegri ha tenuto a rapporto la Juventus nel primo allenamento a ranghi completi dopo il pareggio di Udine: lunedì, il giorno dopo la partita, la squadra era divisa in due gruppi, uno formato da chi era sceso in campo il giorno prima e l’altro dai calciatori che non erano stati impiegati alla Dacia Arena. A tre giorni dalla partita con l’Empoli, l’esordio casalingo per i bianconeri, il tecnico ha voluto serrare i ranghi per esorcizzare ulteriori cali di concentrazione: la squadra è rimasta in silenzio ad ascoltare Allegri, prima di iniziare l’allenamento. Seduta a cui ha preso parte Rabiot, ormai recuperato dopo l’infortunio muscolare accusato in preparazione, ma non Morata, rimasto in palestra a svolgere un allenamento differenziato. Il tecnico non ha smesso di incitare i suoi, di correggerli (“non facciamo errori tecnici!!”) e di riposizionarli in campo. Nel corso della seduta ha dovuto però fare a meno prima di Chiellini, uscito in anticipo dal campo, quindi di Ronaldo, uscito a testa bassa dopo un colpo al braccio destro rimediato in uno scontro di gioco con Alex Sandro.  

Ronaldo in campo

C’era grande attesa per vedere all’opera Cristiano dopo la panchina di Udine e il gol annullato che avrebbe potuto cambiare le sorti del match, per capire il suo atteggiamento in campo. L’inizio non è stato dei migliori, Ronaldo ha corricchiato restando indietro rispetto al gruppo dei compagni. Più che uno “sciopero bianco” si è trattato semplicemente di un motore che ha avuto bisogno di tempo per entrare a regime: con il passare dei minuti l’intensità del portoghese è cresciuta e quando la palla ha fatto il suo ingresso in campo, si è rivisto l’entusiasmo del cinque volte Pallone d’oro. Purtroppo per lui e per la Juventus, CR7 ha abbandonato in anticipo l’allenamento, uscendo dal campo per un colpo al braccio destro ricevuto durante la partitella: a sostituirlo è stato chiamato Padoin, collaboratore tecnico di Allegri ed ex idolo dei tifosi bianconeri, accolto dall’applauso dei presenti. In precedenza la stessa sorte di Ronaldo era toccata a Chiellini, che non ha preso parte alla partitella abbandonando il campo di allenamento per tornare negli spogliatoi.

Applausi per Szczesny

Dopo essersi allenati in disparte nel campo secondario, i tre portieri Szczesny, Perin e Pinsoglio si sono uniti al gruppo: il portiere polacco, protagonista in negativo del pareggio di Udine, è stato accolto dall’applauso dei tifosi presenti in tribuna. Un gesto spontaneo che si contrappone alle feroci critiche ricevute a caldo dopo i due errori della Dacia Arena. Sabato sera con l’Empoli sarà ancora lui il titolare, posizione mai messa in discussione da Allegri anche dopo il doppio errore in Friuli.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime