Bayern-Lewandowski, è addio: ”Non vuole rinnovare”. Barcellona pronto ad accoglierlo

Bayern-Lewandowski, è addio: ''Non vuole rinnovare''. Barcellona pronto ad accoglierlo

E’ addio tra Bayern Monaco e Robert Lewandowski. Il direttore sportivo dei bavaresi Hasan Salihamidzic (ex giocatore anche della Juventus) alla vigilia dell’ultimo turno di Bundesliga a Wolfsburg, ha confermato la volontà dell’attaccante polacco di andare via, anche se la scadenza del contratto è fissata a giugno 2023: “Ho parlato con Lewa e mi ha detto che non vuole accettare la nostra proposta di rinnovo e che vorrebbe lasciare il club”.

Barcellona pronta ad accoglierlo

Confermati dunque i rumors secondo cui il 33enne goleador polacco non voglia proseguire la sua avventura con i bavaresi. “Ci ha detto che gli piacerebbe provare qualcosa di nuovo ma la nostra posizione non è cambiata – mette in chiaro Salihamidzic – Ha un contratto fino al 30 giugno 2023 e questo è un dato di fatto”. Che fare? La squadra più interessata è il Barcellona e già si parla di un’offerta di 40 milioni per portare la prossima estate l’esperto attaccante in Catalogna nonostante il ds dei tedeschi abbia poi chiarito che non sono in corso trattative con altri club.

Xavi: “L’età non conta”

Secondo quanto riportato dal canale tedesco “Sport 1″ tra il calciatore polacco e il club blaugrana ci sarebbe già un’intesa sulla base di un contratto triennale. Il Bayern dal canto suo non vuole privarsi di un calciatore che ha segnato la bellezza 343 reti. “Lewandowski ha un contratto fino al 2023 e lo rispetterà”, ha detto il presidente bavarese, Herbert Hainer. In questi casi tuttavia la volontà del diretto interessato può fare la differenza: Lewandowski vuole il Barça e il Barça vuole Lewandowski, il Bayern prova a tenere duro. Chi si sta già sfregolando le mani è l’allenatore dei catalani, Xavi: “Se acquistiamo, acquistiamo giocatori che ci migliorano e fanno la differenza. L’età può essere importante, ma ci sono delle eccezioni. Abbiamo preso Dani Alves a 38 anni. Alla fine non è l’età il problema, sono le prestazioni. Guardiamo Ibrahimovic, Modric, Alves. Oppure Cristiano Ronaldo, Messi… L’importante non è l’età, è migliorare quello che abbiamo”. La telenovela di mercato è ufficialmente iniziata.

Fonte Repubblica.it

Voglio essere avvisato
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments