Barcellona: fiducia a tempo per Koeman, anche Pirlo tra i possibili sostituti

Fiducia a tempo per Ronald Koeman dopo l’inizio di stagione sotto le aspettative per il suo Barcellona. I blaugrana in Liga, dopo appena cinque giornate, hanno già un ritardo di 5 punti dal Real Madrid capolista, mentre in Champions, la netta sconfitta interna contro il Bayern Monaco non ha fatto altro che alimentare i malumori interni. Il quotidiano catalano “Il Mundo Deportivo”, citando fonti del club, assicura che il tecnico olandese sarà in panchina almeno fino a giovedì sera, quando il Barça sarà impegnato sul campo del Cadice.

Due gare per restare

Dopo la netta sconfitta di Champions al Camp Nou contro il Bayern Monaco, Joan Laporta e i massimi dirigenti azulgrana si erano riuniti d’urgenza, dando una settimana di tempo e le partite con Granada (ieri 1-1), Cadice e Levante per valutare i progressi della squadra. Il Mundo Deportivo sottolinea che intanto la società sta lavorando sul piano B nel caso in cui le risposte non dovessero essere quelle attese. Un altro passo falso a Cadice potrebbe essere fatale all’olandese che, da parte sua, difende la squadra, ricorda che le cose sono cambiate e si sofferma anche sul comportamento dei tifosi. “Il Barça di oggi non è quello di 8 anni fa – ha detto ieri sera in conferenza stampa Koeman -. La nostra gente non è contenta per la mancanza di risultati, ma non per l’impegno dei giocatori, da questo punto di vista non ho niente da rimproverare ai miei. Il mio futuro? Non ne parlo”.

Un addio da 13 milioni di euro

Secondo Radio Catalunya, però, il vero motivo della fiducia a tempo al tecnico sarebbe un altro. In caso di licenziamento, infatti, Koeman potrebbe ricevere poco meno di 13 milioni di euro di buonuscita tra stipendio annuale di oltre 7 milioni e una clausola particolare legata al  biennale con opzione per la terza stagione. Se il Barça non dovesse confermare il tecnico anche per la terza stagione perderebbe la penale di 6 milioni di euro versati alla Federcalcio olandese per la rottura anticipata tra l’ormai ex ct e la nazionale Orange. Insomma, mani legate per il momento, in attesa che la situazione finanziaria migliori. Ten Hag, Xavi e Roberto Martinez possono aspettare.

Pirlo e Conte tra i possibili sostituti

Se il tecnico dovesse essere esonerato sono diverse le strade che potrebbe prendere Laporta. Quella più gradita porta ad Antonio Conte, ma il tecnico salentino pretenderebbe garanzie tecniche ed economiche che i catalani al momento non potrebbero dargli. Così, nelle ultime ore, stando a El Chiringuito Tv si è fatto largo l’ipotesi Andrea Pirlo. L’ex Juve verrebbe affiancato da Xavi. Più difficile la pista che porta a Zidane, grande nome, ma legatissimo al Real Madrid. Si è fatto anche il nome di Paulo Fonseca che seguirebbe le orme di Luis Enrique, passato dalla Roma al Barcellona.

Fonte Repubblica.it

Condividi
Subscribe
Notificami
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x
Available for Amazon Prime